biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

sabato
26
gennaio

Note d'arte

26 gennaio 2013

sabato 26 gennaio dalle 17.30– Oratorio di Sant’Andrea al Celio - Clivo di Scauro (Piazza di San Gregorio)

A Roma il 26 gennaio prossimo si celebra la bellezza della cultura con la musica neoclassica di Corde Oblique, la visita agli affreschi dei tre Oratori al Celio e la lettura delle poesie di autori come Wislawa Szymborska, Pedro Salinas, Alda Merini, Mario Benedetti, Edoardo Sanguineti. L'evento, ideato dall'associazione culturale Libra2.0 e patrocinato da Biblioteche di Roma, Roma Capitale e Doc Roma, si terrà dalle 17.30 all'interno dell'Oratorio di Sant'Andrea al Celio.

Il programma prevede: alle 17.30 una visita guidata dell'Oratorio di Sant'Andrea a cura della Prof.ssa Giuseppina Micheli ,storica dell’arte, fusi con la musica romantica del trio Corde Oblique e le parole dei più grandi poeti di tutti i tempi.

Durante il concerto saranno lette poesie di:

Wislawa Szymborska
Mariangela Gualtieri
Cantico dei Cantici
Yehuda Amichai
Eugenio Montale
Edoardo Sanguineti
Mahmud Darwish
  

  In occasione dell'evento BIBLIOTECHE DI ROMA promuoveranno la BIBLIOCARD e INTERFLORA donerà Card Interflora personalizzate che offrono uno sconto esclusivo per tutti gli acquisti effettuati sul catalogo internet su www.interflora.it e al numero ordini Interflora 800.63.88.96.

Sempre INTERFLORA, azienda leader nella consegna a domicilio di fiori, piante e regali, omaggerà tutte le signore presenti un bellissimo cadeaux floreale dedicato all'evento


Tutto questo all' Oratorio di Sant'Andrea al Celio  Clivo di Scauro - Piazza di San Gregorio - 00184 Roma

 

 




ARTE, MUSICA, POESIA: A ROMA IL 26 GENNAIO SI CELEBRA LA BELLEZZA

Il concerto di CORDE OBLIQUE, la visita alle opere d'arte e la lettura di poesie immortali

IL LUOGO: I TRE ORATORI DI SAN GREGORIO AL CELIO

Oratorio di Sant'Andrea.
L'oratorio presenta affreschi della Flagellazione di sant'Andrea del Domenichino, restaurato da Carlo Maratta; un Santi Pietro e Paolo ed un Sant'Andrea al Tempio di Guido Reni: sono i due affreschi dei due artisti più grandi al mondo. Inoltre una Vergine con i santi Andrea e Gregorio del Pomarancio; Santa Silvia e san Gregorio di Giovanni Lanfranco.

Oratorio di Santa Silvia. E’ dedicato alla madre di San Gregorio e probabilmente è situato sopra la tomba della santa. La statua di Santa Silvia è di Nicola Cordieri e fu eseguita con la supervisione di Michelangelo. Questo oratorio ospita gli affreschi Concerto degli Angeli di Guido Reni, San Damiano di Francesco Mancini (1679-1758) ed un David e Isaia di Badalocchio. Era l'Oratorio destinato ai concerti per eccellenza.

Oratorio di Santa Barbara. Questo oratorio ospita affreschi di Antonio Viviani (1602) e la statua di San Gregorio di Nicolò Cordieri. Qui si trova anche il famoso triclinium pauperum, la mensa dove San Gregorio di persona serviva ogni giorno il pranzo a 12 poveri di Roma. La pesante lastra marmorea è legata alla leggenda secondo la quale un angelo un giorno si sedette alla tavola vestito da povero e dopo aver mangiato scomparve all’improvviso. L’uso di evitare il numero di 13 commensali a tavola deriva in origine dal rispetto religioso verso l'angelo, non volendo ripetere ciò che era miracolosamente accaduto per volontà divina, ma, in seguito, l’usanza prese il significato negativo di malaugurio o sfortuna. Durante la seconda guerra mondiale la lastra venne portata a spalle di notte da un gruppo di frati per protezione dai possibili saccheggi nazisti, e poi riportata in loco a fine conflitto.
 

Contributo associativo 10 euro

info:

LIBRA 2.0
centro.culturale.libra@gmail.com
maggi.monica@gmail.com
347-7618417
www.libraduepuntozero.it