biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

lunedì
15
ottobre

Sala Umberto - Di tutte le ricchezze

15 ottobre 2012

lunedì 15 ottobre ore 21.00

Lunedì 15 ottobre, le attici protagoniste de Le Beatrici, spettacolo di Stefano Benni, al debutto alla Sala Umberto il giorno seguente, presenteranno insieme all'autore il suo nuovo libro  Di tutte le ricchezze.

Durante la presentazione Valentina Chico, Elisa Marinoni, Alice Redini, Gisella Szaniszlò, Valentina Virando leggeranno alcuni brani selezionati dal volume, uscito in tutte le librerie lo scorso 26 settembre, edito da Feltrinelli.


L’autore

Stefano Benni è nato a Bologna nel 1947. Giornalista, scrittore e poeta, collabora attualmente con il giornale francese “Libèration”. Ha curato la regia e la sceneggiatura del film Musica per vecchi animali (1989), scrive per il teatro e ha allestito e recitato
in numerosi spettacoli con vari musicisti jazz e classici. 

Con Feltrinelli ha pubblicato una lunga serie di indimenticabili romanzi di successo tradotti in trenta paesi: Prima o poi l’amore arriva (1981), Terra! (1983), Stranalandia, con disegni di Pirro Cuniberti (1984), Comici spaventati guerrieri (1986), Il bar sotto il mare (1987), Baol (1990), Ballate (1991), La Compagnia dei Celestini (1992), L’ultima lacrima (1994), Elianto (1996), Bar Sport (1997), Bar Sport Duemila (1997), Blues in sedici (1998), Teatro (1999), Spiriti (2000), Dottor Niù. Corsivi diabolici per tragedie evitabili (2001), Saltatempo (2001), Teatro 2 (2003), Achille piè veloce (2003), Margherita Dolcevita (2005), Misterioso.
Viaggio nel silenzio di Thelonious Monk
(2005), La grammatica di Dio. Storie di solitudine e allegria (2007), Pane e tempesta (2009) e Le Beatrici (2011).


Il libro

Martin è un maturo professore che si è ritirato a vivere ai margini di un bosco: è una nuova stagione della vita, vissuta con serena consapevolezza e arricchita dalle conversazioni che Martin intrattiene con il cane Ombra e con molti altri animali che si fanno avanti a commentare, filosofeggiare, ammannire saggezza. In questa solitudine contemplativa e non rassegnata lo coglie, di sorpresa, l’arrivo di una coppia che viene a vivere in un casale non lontano dal suo: un pittore e mercante d’arte in fuga dalla città e Michelle, la sua bellissima e biondissima compagna. L’apparizione di Michelle gonfia di vento pensieri, speranze e orgoglio virile del buon vecchio Martin. Il ritmo del cuore e il ritmo della vita prendono una velocità imprevista. Una velocità che una sera, a una festa
di paese, innesca il vortice di un giro di valzer.

Leggende, sogni, canzoni, versi di un poeta che la tradizione vuole folle e suicida, telefonate che arrivano da lontano, tentazioni e tentativi – tutto sembra far pensare che a una stagione che si credeva chiusa altre ne seguono, aperte sul
futuro come un’alba. Martin è chiuso in un bozzolo di misteri: si tratta di attendere la farfalla che ne uscirà.