biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
31
gennaio

BIBLIOINCONTRO D’AUTORE CON STEFANO ZECCHI

31 gennaio 2012

martedì 31 gennaio ore 18

 

“BIBLIOINCONTRI D’AUTORE”

Rassegna annuale degli Autori finalisti

del Pre.mio Biblioteche di Roma 2011

9° edizione

 

Quando ci batteva forte il cuore,

di Stefano Zecchi

Martedì 31 gennaio 2012 – ore 18

Biblioteca Rispoli - Piazza Grazioli,4

 

Prosegue martedì 31 gennaio la rassegna Biblioincontri D’Autore, dibattiti aperti al pubblico tra i circoli di lettura delle biblioteche e dei bibliopoint scuole e gli autori finalisti nelle sezioni “saggistica” e “narrativa” del Pre.mio Biblioteche di Roma.

Secondo incontro con
Stefano Zecchi sul libro Quando ci batteva forte il cuore,, ed. Mondadori. Introduce il Presidente del Comitato Scientifico Pre.mio Biblioteche di Roma Simonetta Bartolini e modera la regista Rai Roberta di Casimirro.

Questo libro compie una grande ricostruzione storica di un periodo a lungo dimenticato dalla Repubblica italiana: la tragedia di Pola a lungo rimossa dai libri di scuola. Quando ci batteva forte il cuore si apre nel ' 43, durante l’ occupazione tedesca e sotto le bombe alleate, e termina con l' ignobile annessione alla Jugoslavia il 10 febbraio 1947.Siamo a Pola nel 1945 e il piccolo Sergio è stato cresciuto dalla madre Nives, una passionaria coraggiosa che all’arrivo dei titini non indugia a mettersi in prima linea nella lotta per l’indipendenza e l’identità italiana di Pola. Flavio, che si è scontrato con la durezza della guerra, cerca di contrastare questa volontà di Nives per il bene della famiglia, ma i suoi tentativi saranno vani e Nives scompare. È allora che i due protagonisti (Sergio, un bambino di sei anni, e il padre) tentano un fuga disperata per sottrarsi alla repressione e alla morte, attraversando il confine e rifugiandosi in Italia..Un viaggio segnato dai rumori, dagli odori, dai colori forti della tragedia che sconvolse gli italiani dell’Istria alla fine della guerra; che conobbe l’orrore delle foibe, delle stragi, delle uccisioni di massa, per colpire italiani e fascisti. Attraverso questa viaggio si compie il lento miracolo della riscoperta del legame di un padre con un figlio, che da perfetti sconosciuti impareranno ad amarsi e a ristabilire il ritrovato ruolo paterno all’interno della famiglia – ruolo che nel libro riceve il giusto omaggio.

L’opera di Zecchi, così carica di pathos nel farci vivere precisi episodi storici e descrivendo con meticolosità il quadro politico dell’epoca , pur essendo un romanzo interpreta la tragedia istriana e dalmata meglio di taluni studiosi: questo appuntamento, a ridosso casualmente del 10 febbraio, invita tutti a riflettere su quanto accaduto e apre le iniziative che Biblioteche di Roma attueranno nel Giorno del Ricordo.

Gli incontri proseguono:

 

lunedi’ 13 febbraio

Federica, DE PAOLIS, Ti ascolto, Bompiani

giovedi’ 1 marzo

Marcello, VENEZIANI, Vivere non basta, Mondadori

giovedi’ 15 marzo

Marina, CEPEDA FUENTES, Sorelle d’Italia, Instar Libri-Blu Edizioni

giovedi’ 29 marzo

Giovanna, QUERCI FAVINI, Il baratto, Marsilio

Saranno i Circoli di lettura, incluse le sezioni degli istituti penitenziari, molto attivi nelle nostre biblioteche che voteranno i due vincitori, uno per la narrativa e uno per la saggistica, inoltre novità di questa edizione del Pre.mio, è la nascita della categoria Esordienti, i cui due finalisti hanno già incontrato i circoli e discusso delle loro opere nei mesi scorsi: Il mantello della Sosandra di Emanuele Greco e Agente sacrificabile di Filippo Colizza”.

I voti espressi dai circoli di lettura nell’assegnazione del Pre.mio Biblioteche di Roma sono stati, negli anni, espressione di lungimiranza e attenzione verso la qualità.

I circoli hanno tenuto a battesimo e sono stati veri e propri promotori di autori come Giancarlo De Cataldo (vincitore del Pre.mio Biblioteche di Roma 2003), Gianrico Carofiglio (vincitore Pre.mio Biblioteche di Roma 2004), Antonia Arslan (vincitrice Pre.mio Biblioteche di Roma 2005), Carmine Abate (vincitore Pre.mio Biblioteche di Roma 2006), Antonio Pennacchi (vincitore della scorsa edizione) prima che ricevessero altri tipi di riconoscimenti o si attestassero come best sellers.

 

Elia Cevoli