biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

giovedì
21
marzo

Tor Forame

21 marzo 2013

giovedi' 21 marzo ore 17.30

Secondo incontro con il comitato TorForname: Il coinvolgimento dei cittadini attraverso le cooperative di comunità.
Il  secondo incontro verte a  divulgare e dibattere le problematiche inerenti la fattibilità di un progetto di sviluppo urbano integrato, coinvolgendo i residenti per il recupero delle periferie urbane. Questa seconda volta sarà occasione di confronto con le cooperative che si propongono di realizzare in concreto i lavori di urbanizzazione (piste ciclabili, circuito di ricariche elettriche, sistemi di noleggio e “car sharing” elettrico, parchi con strutture idonee per la mobilità di anziani e bambini e l’integrazione tra persone, illuminazione pubblica a basso consumo, rilevatori di inquinamento, impianti fotovoltaici e termo solari, raccolta differenziata dei rifiuti; ecc. .…

 

E' tempo che si prenda coscienza e si prospetti una altro futuro per chi vive in città.

Roma ha uno dei più alti livelli di polveri sottili: riducendo l'inquinamento da polveri ultrasottili nella sola città di Roma si eviterebbero ogni anno 1.278 morti. Il traffico delle grandi città 'ruba' ai cittadini un anno di vita, e ne peggiora notevolmente lo stato di salute. Il nuovo allarme sugli effetti degli inquinanti che soffocano i centri urbani, prime tra tutti le polveri sottili viene dallo studio europeo Aphekom, presentato oggi a Parigi, che ha calcolato i possibili benefici che si potrebbero ottenere da una riduzione delle emissioni. Le polveri sottili, prodotte dalle auto ma anche dal riscaldamento urbano e dagli impianti industriali, entrano direttamente nei bronchi... facciamoci qualche domanda sul perchè il numero degli ammalati di cancro ai polmoni è in continua crescita.... 

Quando a febbraio dell'anno scorso Roma è andata in tilt per 10 cm di neve, la maggioranza degli osservatori se l’è presa con l’impreparazione dell’amministrazione romana, con le previsioni imprecise della protezione civile, con la storica incapacità dei romani di districarsi tra qualche fiocco di neve.

Non un commento sulla ragione più importante.

Se in una città di 3 milioni di abitanti, all'ora di punta tutti devono tornare a casa e a quei 3 milioni si aggiunge il milione e mezzo che tutte le mattine entra in città, la maggior parte con l’auto privata, come si fa a pensare che le 15 vie di “fuga” dalla città verso la provincia rimangano sgombre ed efficienti? Forse dovremmo chiederci se ciò sia veramente ineluttabile; se veramente non potremmo già oggi andare in “centro” senz’auto.

E se veramente lo vogliamo: all'auto si associa un'idea di libertà e in questo modo paradossalmente l'auto ci rende prigionieri: spesso si rimane bloccati nel caos del traffico.
La verà libertà invece può nascere  una nuova idea di sviluppo della città che dobbiamo formare e sperimentare,
una libertà che contempla il bene di tutti i cittadini e la solidarietà tra di loro.

Elia Cevoli


 

 

BORGHESIANA - Largo Monreale snc, 00133 Roma - Tel. 06 45460361 - 06 45460360 borghesiana@bibliotechediroma.it