biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

sabato
23
febbraio

Roberto Prosseda piano-pédalier. Una novità assoluta di Morricone per il piano-pédalier

23 febbraio 2013

Sabato 23 febbraio 2013, ore 17.30 Aula Magna – Sapienza di Roma Piazzale Aldo Moro 5

Una novità assoluta di Ennio Morricone per il piano-pédalier, un antico strumenti riscoperto da Roberto Prosseda, è al centro del concerto dell'Istituzione Universitaria dei Concerti.  Da appena due anni Roberto Prosseda ha riportato in vita il piano-pédalier, che raggiunse la massima diffusione nell'Ottocento
ma cadde in disuso nei primissimi anni del Novecento. Prosseda stesso ha avuto l'idea di ricostruire questo strumento, commissionando all'organaro Pinchi il “Pinchi Pedalpiano System”, che viene abbinato a due pianoforti a gran coda sovrapposti, uno dotato di una normale tastiera da suonare con le mani, l'altro di una pedaliera suonata dai piedi. Tale pedaliera dà allo strumento nuove sonorità di grande varietà e ricchezza, che ricordano quello dell'organo.
Prosseda inizia il suo concerto con la Passacaglia in do minore BWV 582 di Johann Sebastian Bach, scritta per cembalo con pedaliera, antenato del piano-pédalier, prosegue con  la Fantasia per organo meccanico di Wolfgang Amadeus Mozart, quindi passa a 6 Studi in forma canonica per il piano-pédalier op. 56 e ai 4 Schizzi per il piano-pédalier op. 48 di Robert Schumann, che nell'Ottocento fu il compositore più intrigato da questo insolito strumento. Ricorda quindi il  duecentesimo anniversario della nascita di Charles Valentin Alkan, l’autore più prolifico e innovativo per piano-pédalier e un fenomenale pianista del tardo Ottocento, ai suoi tempi  famosissimo e poi dimenticato, ma oggi in via di recupero. Conclude con la Marcia funebre per una marionetta di Charles Gounod, nella versione di Giuseppe Lupis: molti riconosceranno con stupore in questo pezzo sconosciuto il motivo della sigla della celebre serie di gialli televisivi prodotti da Alfred Hitchcock negli anni Cinquanta e Sessanta.
Prosseda è riuscito a interessare a questo strumento anche i compositori contemporanei e in questo concerto presenta in prima esecuzione assoluta Studio IV bis per "pedalpiano" che Ennio Morricone ha scritto apposta per lui.


Ridotti Bibiocard da 10 euro a 16 euro  tel. 06 3610051  botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it