biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

lunedì
31
dicembre
martedì
1
gennaio

Ritorna “Lo Schiaccianoci” del Balletto di Roma il 31 dicembre e il 1 gennaio con Andrè De La Roche

31 dicembre 2012 - 1 gennaio 2013

Auditorium della Conciliazione 31 dicembre 2012 e 1 gennaio 2013

In pieno clima natalizio il Balletto di Roma torna all’Auditorium della Conciliazione con Lo Schiaccianoci di Cajkovskij e con un successo inarrestabile. Il celeberrimo balletto di Cajkovskij è messo in scena  con lo speciale spettacolo di Capodanno, il 31 dicembre, seguito dal brindisi di mezzanotte e il 1 gennaio. Il famoso ballerino vietnamita Andrè De La Roche interpreterà il doppio ruolo di Schiaccianoci/Fata Confetto nello spettacolo rielaborato drammaturgicamente da Riccardo Reim per la coreografia di Mario Piazza.

Restituendo, in un'atmosfera quasi felliniana, la storia e i passi del popolarissimo balletto di fine Ottocento, lo spettacolo ha raccolto già un clamoroso successo di critica e di pubblico, divenendo, nel giro di pochi anni, un vero e proprio ‘cult’ regolarmente riproposto e applaudito entusiasticamente dagli spettatori.  I colori abbaglianti, i costumi moderni, tra il minimale e il clownistico, in una girandola di suggestioni visive e scenografiche a metà tra Le Coirque du Soleil e una sequenza da Il gabinetto del Dottor Caligari di Weine, tra una festa barocca e un quadro manierista. Mai come in questo caso, la magia illusionistica della storia esplode sul palco, tra personaggi fiabeschi e terrificanti allo stesso tempo, in un gioco emblematico che emoziona e che da balocco si fa monstrum per insegnare l'essenza della vita.
Lo Schiaccianoci è divenuto, in un tempo relativamente breve (in Italia debutta nel 1938) un balletto popolarissimo, spesso usato – e abusato – come una sorta di ‘strenna’ natalizia, una specie di fiaba gioiosa dedicata all’infanzia. In realtà, Lo Schiaccianoci è semmai dedicato, verrebbe da dire, alla tragedia dell’infanzia ovvero al doloroso e traumatico atto del crescere, al difficoltoso abbandono del mondo dei giochi e delle sicurezze, al superamento di quella “linea d’ombra” che segna il passaggio verso le tortuosità dell’adolescenza. Adottando l’andamento e gli espedienti del thriller e coniugandoli con il linguaggio della danza contemporanea, Lo Schiaccianoci si presta a farsi specchio fedele delle generazioni odierne, precocemente private dell’infanzia (e quindi del diritto all’innocenza) dall’informazione ossessiva dei media, che hanno ormai trasformato la guerra e ogni altra violenza in ‘spettacolo’ da guardare con distratta indifferenza in qualsiasi momento della giornata. In questa nuova versione, dove spesso situazioni e psicologie vengono letteralmente ribaltate, lo Schiaccianoci diviene il grumo di tutti gli incubi della piccola Clara, sinistro personaggio capace di assassinare il fratellino Fritz o di trasformarsi in una macabra Fata Confetto (simbolo dell’ingannevole ‘dolcezza’ dei malvagi)

Riduzione Bibliocard solo per lo spettacolo del 1 gennaio 2013, per la replica del 31 dicembre il ridotto è 
valido solo per i bambini sotto i 12 anni. Info: 31 dicembre SERALE h. 22 1 gennaio POMERIDIANA h. 17