biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
28
febbraio
domenica
11
marzo

Luigi Lo Cascio in Diceria dell’untore Prima trasposizione drammaturgica del capolavoro di Bufalino.

28 febbraio - 11 marzo 2012

Teatro Eliseo dal 28 febbraio all'11 marzo 2012

È il racconto dell’inconciliabile conflitto tra amore e morte, il resoconto di una tormentosa malattia, ma, ancora di più, la radiografia di una logorante realtà. Al protagonista, un reduce della guerra, è affidato l’arduo compito di narrare la straziante esperienza vissuta in un sanatorio e I’impossibile storia d'amore con la giovane Marta, malata come lui di tbc.Il protagonista del romanzo è interpretato da un bravissimo Luigi Lo Cascio, che sembra trovarsi perfettamente a suo agio nella lingua onirica di Bufalino, diretto da Vincenzo Pirrotta, che ne firma l'adattamento teatrale, ritagliando per sé il ruolo pomposo e surreale del Gran Magro.L'Untore è, secondo la tradizione, il malvagio che infetta gli innocenti. Ma in questo romanzo di Gesualdo Bufalino, da cui è tratto lo spettacolo, essere untori significa qualcosa di diverso: aver vissuto la morte propria e degli altri, portarne con sé il mistero, e la magra fortuna di doverlo raccontare. La vicenda si svolge nell’arco di alcuni mesi a partire dall’estate 1946, quando il protagonista arriva alla Rocca di Palermo “con un lobo di polmone sconciato dalla fame e dal freddo”. Qui entrerà nelle simpatie del Gran Magro, il primario del sanatorio, figura mefistofelica, interessato soprattutto alla bottiglia di Porto che il paziente conserva nell’armadio. Tra i degenti, tutti personaggi che attendono la morte, c’è Marta, una ballerina malata di tisi allo stadio terminale. Tra i due giovani nasce un amore senza futuro, ostacolato dalla gelosia del Magro: amore che è mistero della vita, possibilità di fuga, contrapposto all’universo del sanatorio e della malattia, che vive tra carezze sfuggevoli e le fughe in città durante le libere uscite.


Fiorella Virgili

Informazioni e riduzioni su www.bibliocard.it