biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
12
giugno

Fenomenologia dei Messaggi

12 giugno 2012

martedì 12 giugno ore 19

Martedi’ 12 giugno sara’ presentato il nuovo libro “Fenomenologia dei Messaggi” di Michele Lo Foco,  membro tra l'altro del Comitato scientifico del Premio Biblioteche di Roma Sezione Teatro.

Il libro

Società e movimento, lavorare, correre e spendere. In questo cerchio sta ormai la vita di tutti, che siano liberi o dipendenti, e così è cresciuta la società capitalistica alla faccia di quelli che la volevano in crisi d'identità o di sostenitori. Anche i paesi più riluttanti ad una politica sociale liberista hanno trovato la loro strada, magari inconscia o equivoca, per il capitale, e oggi viaggiano spediti verso traguardi di consumo e di produzione mai raggiunti.
Il paradosso è che siamo arrivati ad un tale punto di assuefazione che non ci rendiamo più conto che i problemi nascono prevalentemente da noi stessi, cioè che i nostri bisogni sono la prima causa della necessità di guadagno e di comunicazione, nonché la leva per le azioni che compiamo durante la giornata, e anche della quantità di lavoro che mettiamo in essere costantemente. Se avessimo la capacità di limitare i nostri desideri, o di individuare gli elementi più rilevanti per la nostra esistenza lavoreremmo molto meno, e con certezza saremmo più sereni o meno ansiosi. Diceva Epicuro: nessun piacere è un male in sé, ma possono essere male i mezzi per raggiungerlo, quando recano più turbamenti che gioie. Esistono ancora civiltà, (ed era così anche la nostra struttura contadina), nelle quali l'uomo corre e caccia, o lavora duramente nei campi, le donne aiutano il marito ma soprattutto si occupano della casa e dei figli, i vecchi aiutano anch'essi cercando di rendersi utili laddove il lavoro sia adeguato alle loro forze. Tutti vivono insieme senza sprechi e l'unione diventa la loro forza. Oggi certamente questo panorama si è molto modificato, per far posto ad una confusione strutturale che si basa sull’assenza di attitudini chiare e prolifera sull’indecifrabilità' delle offerte e delle proposte. Pur se concentrato prevalentemente negli agglomerati urbani, il fenomeno si compone ormai in modo stabile di famiglie allargate, di figli non figli, di mogli altrui, di anziani autonomi e soli, di disperati in cerca di soluzione. Viviamo tanto di più, ma sembra che il tempo che abbiamo guadagnato venga sprecato in attività inutili, mentre i nostri avi concentravano in poco tempo conquiste incredibili. Oggi non ragioniamo a sufficienza sull’evoluzione in corso, la viviamo inconsciamente, facciamo figli da vecchi, cambiamo donne quando la prudenza consiglierebbe di stare tranquilli, lavoriamo pur anziani con lena giovanile perché abbiamo ancora debiti. In realtà con la velocità del fulmine stiamo modificando i nostri assetti in funzione di un futuro che non abbiamo ancora studiato con attenzione.

Dello stesso autore:

Cinema – tutta la verità – Akropolis 1984
Cara vita ti scrivo… - Lede 1985
Una sensazione di esaltante precarietà – Lede 1987
La mia felicità – Lede 1988
Acqua – Lede 1989
Senso di colpa – Lede 1991
Poesie dal 1963 al 1991 – Lede 1992
Sospiro profondo – Spectre 2002
La personalità in relazione ai problemi
economici – Super Spectre 2003
Vita da non morire mai – Pagine 2004
La quinta vittima – Pagine 2005
Ansia – Pagine 2007
Troppo bella per vivere – Pagine 2009
Armonia del dolore – Pagine 2010
Conversazione sul non esserci – Pagine 2011


RISPOLI – Piazza Grazioli 4, 00186 Roma Tel. 06 45460561

e-mail rispoli@bibliotechediroma.it

 

Fa parte di

Rispoli - il programma di giugno