biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

lunedì
9
luglio
venerdì
7
settembre

Decima stagione del Silvano Toti Globe Theatre l'unico teatro elisabettiano d’Italia

9 luglio - 7 settembre 2012

Silvano Toti Globe Theatre fino al 7 settembre

Con l’arrivo dell’estate si accendono nuovamente i riflettori del Silvano Toti Globe Theatre, la splendida struttura di Villa Borghese ospiterà 5 spettacoli tutti rigorosamente shakespeariani a partire dal 27 giugno. La Decima stagione è aperta da FooI. Comici in Shakespeare: uno spettacolo di teatro comico e musicale scritto da Masolino d’Amico a partire da alcune scene di Sogno d’una notte di mezza estate, Come vi piace, Molto rumore per nulla, La bisbetica domata e Due gentiluomini di Verona. In un’atmosfera d’avanspettacolo, 5 giovani attori nei panni di cinque FOOL fanno rivivere donzelle innamorate, impetuosi giovani, re, regine e dame di corte tra canti, balli e acrobazie. Dal 4 al 15 luglio 2012 ore 21.15 torna per il sesto anno consecutivo un grande classico del Silvano Toti Globe Theatre: Sogno di una notte di mezza estate con la regia di Riccardo Cavallo. Una rappresentazione all’insegna del senso effimero della felicità, in un mondo folle dove folle è l’amore. La notte di mezza estate è una notte magica in cui si contrappongono tre mondi: il mondo della realtà – quello di Teseo, Ippolita e la corte – il mondo della realtà teatrale – gli artigiani che si preparano alla rappresentazione – e il mondo della fantasia – quello degli spiriti e delle ombre. Un’opera in cui Shakespeare mostra la sua grandezza alternando canzoni e filastrocche, versi sciolti e parodie in un richiamo, forte, alla malinconia. Dal 19 luglio al 5 agosto 2012 ore 21.15 è la volta de Falstaff e le allegre Comari di Windsor per la regia di Riccardo Cavallo, uno degli intramontabili personaggi shakespeariani, sarà interpretato da Ugo Pagliai. Mentre da un lato l’opera restituisce le atmosfere e il linguaggio della provincia inglese dell’epoca, dall’altro ricorda gli inganni, le beffe e le seduzioni tipiche del mondo boccaccesco. Mondo in cui l’esuberante Falstaff, perennemente a corto di quattrini, fa la corte a due ricche signore con l’intento di spillar loro del denaro. Ma questa disonestà costerà cara a Falstaff, non tanto per le beffe delle allegre comari, quanto per la vendetta, inappellabile, di Madre Natura. Dal 9 al 26 agosto 2012 ore 21.15 va in scena un’altra importante produzione della stagione 2012: Giulio Cesare con la regia di Daniele Salvo . Giorgio Albertazzi torna al Globe per vestire i panni di Giulio Cesare. La messa in scena di Salvo si avvale dell’ausilio di 30 maschere di lattice (realizzate da Michele Guaschino) che riproducono perfettamente le fattezze umane e di un gruppo di 16 attori e 15 figuranti che rivestono i 45 diversi ruoli del “Giulio Cesare”. I congiurati sono uomini svuotati, indecifrabili, simili a calchi in cera perché il potere ha tolto loro ogni parvenza di umanità, cancellando le loro passioni ed emozioni. I costumi fanno riferimento alla Roma classica ma senza ricorrere a nessuna contemporaneità e anche il disegno luci riproduce una Roma tetra, attraversata da temporali furiosi, lampi di luce improvvisa, deboli fiaccole e bracieri, simbolo del profondo buio interiore in cui sono calati tutti i personaggi del Giulio Cesare. La stagione si chiude con una commedia sull’amore e sulla ricerca di identità: Come vi piace in scena dal 7 settembre 2012 ore 21.15 con la regia di Marco Carniti e la traduzione di Agostino Lombardo. Grazia alla collaborazione con il compositore Arturo Annecchino, la messa in scena di Carniti esalta l’aspetto musicale e poetico del testo.

Biglietto ridotto Bibliocard