biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

venerdì
14
dicembre

Amelie Nothomb o il corpo espiatorio

14 dicembre 2012

venerdi 14 dicembre ore 19

Una lettura trasversale dei romanzi della scrittrice belga diventata ormai autrice di culto. Un saggio giocato a metà
tra sociologia del romanzo e critica letteraria

ma anche tra antropologia filosofica e psicoanalisi, congegnato allo scopo di trovare un’equivalenza tra lo stile minimalista in letteratura e l’estetica anoressica nella vita. Una specie di giallo psicologico che indaga i testi come fossero le tracce indiziarie o il luogo sintomatico di quel narcisismo di morte che, presentato come l’ultima posta del desiderabile, si risolve nel desiderio di non voler più niente desiderare. Se «uno scrittore-assassino si dichiara apertamente» è evidentemente perché vuole essere scoperto. La stessa cosa fa Amélie Nothomb che, a partire dal suo romanzo d’esordio, vive l’impellente esigenza di venire alla ribalta letteraria. I romanzi della scrittrice sono infatti costellati di tracce che mettono sulla pista del sospetto e autorizzano una lettura che, dopo aver fatto venire alla luce il reo confesso – la stessa autrice implicata in quanto complice, vittima e carnefice allo stesso tempo – ci restituisce la serie di «tentativi metaforici di assassinio» come prova indiziaria di una requisitoria il cui movente essenziale sta sì nell’igiene mentale ma anche nel ricatto d’amore quale movente ulteriore del delitto grazie a cui ammaliare. Se fin qui nessuno è stato «abbastanza furbo da rendersene conto» è forse perché «spetta al lettore avere un ano per farsi fottere». La stessa critica sembra non aver investigato abbastanza e ha continuato a ignorare quanto invece avrebbe dovuto capire. Questo libro si presenta alla maniera di un giallo psicologico che ha per oggetto i romanzi e per soggetto il desiderio di cui questi sono il riflesso speculare; ma un desiderio a cui fa da contralto la seduzione, ispirata al principio del Male e a una logica fatale.

Presentazione del libro:
“Amélie Nothomb o il corpo espiatorio”  Incontro con l’autore Domenico Treccozzi.

Introduce e modera: Clemente Nazzaro, psicologo.            
  In apertura video intervista a  Amélie Nothomb


Villa Mercede (Municipio Roma III - San Lorenzo) via Tiburtina 113, 00185 Roma, tel. (0039) 06 45460631