biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

giovedì
22
novembre

Smarrirsi. La mente nel labirinto

22 novembre 2012

Giovedì 22 novembre ore 18

Presentazione del libro di Maria Sandias “Smarrirsi. La mente nel labirinto”, Armando Editore. Incontro con l’autrice e letture di Rosalba Mereu.

Presentazione di Rosario Galli (regista, scrittore, docente di Storia del Teatro presso l’Università Roma3)

Intervento di Chiara Casalinuovo (laureanda in Antropologia Medica)

“Le parole per conoscere la realtà e riconoscersi nel mondo. Le parole per un’”avventura” che può essere l’avventura di tanti.

Quasi un diario. Le parole per testimoniare, giorno per giorno, il nostro esserci nella vita: fragilità, sgomento, solitudine ma anche capacità di sperare, di creare legami, ancora di amare e di condividere.”

 

Una moglie, un marito, due figli, una nipotina: una famiglia. In essa si insinua, subdola, la malattia terribile, l'Alzheimer. Questo libro segue la parabola del protagonista aggredito dal male, e documenta lo scorrere della vita tra le mura domestiche, la vita della famiglia unita. Un libro che testimonia speranza, amore, che insegna ad affrontare la sventura, accettando la vita umilmente nella realtà dei suoi giorni difficili, con animo generoso, a misura d'uomo.

20 gennaio 2000 – 20 ottobre 2003.
Queste due date segnano l’inizio e la fine del diario di due anni e nove mesi vissuti da una donna accanto al marito, malato di Alzheimer. Sono annotazioni, osservazioni, sensazioni, riflessioni su come i due coniugi, attimo dopo attimo e giorno dopo giorno, percorrono un cammino nel deserto doloroso e inesorabile.
Le pagine rivelano la solitudine, la fragilità e l’impotenza di Maria, ma svelano anche l’amore e la tenerezza con cui lei assiste al declino della mente e del fisico del suo compagno di vita. Facendosene una ragione e dandosi una speranza: “Penso che accompagnare una persona nella sofferenza aiuti a vivere, a capire in modo più profondo il senso della vita.
Credo sia questa la mia scelta. Accompagnarlo”.

Il diario intende essere un’utile testimonianza di un’esperienza quotidiana: per ricordare che il passato di una persona non va dimenticato, per non permettere che la malattia ne cancelli la dignità e per invitare il lettore a capire di più e agire meglio.  

 

BIBLIOCAFFE’ LETTERARIO - Via Ostiense 95, 00154 Roma – Tel. 06 45460710

bibliocaffe@bibliotechediroma.it , caffeletterario@bibliotechediroma.it

Fa parte di

Il programma Pre Fiera della Piccola e Media Editoria