biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

giovedì
23
febbraio
domenica
4
marzo

Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia con Sebastiano Somma e Orso Maria Guerrini

23 febbraio - 4 marzo 2012

Teatro Parioli Peppino De Filippo dal 23 febbraio al 4 marzo

Una compagnia di spessore, capeggiata da Sebastiano Somma e Orso Maria Guerrini e un testo, tratto da Leonardo Sciascia, di assoluta necessità producono il  grande teatro d’impegno civile, metafora di una Sicilia ricca di contraddizioni, ancora vittima di soprusi e ingiustizie dove però si va affermando il coraggio di cambiare.
Un paese di poche migliaia di abitanti, nell’entroterra siciliano. Un freddo mattino d’inverno. Una piazza. Un autobus – il motore già acceso – che s’appresta a partire. Gli ultimi passeggeri s’affrettano a salire, mentre gli altri aspettano fiduciosi la partenza dell’autobus, dietro i finestrini appannati. Un uomo, vestito di scuro, s’avvicina, di corsa. Posa il piede sinistro sul predellino dell’autobus, sta per rivolgersi all’autista. All’improvviso, un bagliore, seguito da un rumore sordo: l’uomo rimane quasi sospeso, per qualche istante, prima di afflosciarsi sull’asfalto. Morto. Il giorno della civetta si apre su un assassinio: Salvatore Colasberna viene ucciso mentre prende l’autobus, perché è un imprenditore onesto. Viene “giustiziato” sulla piazza, in una livida mattina d’inverno. Sulla cosa indaga il capitano Bellodi (Sebastiano Somma), appena giunto in Sicilia da Parma: affronta con ardimento un cammino irto di ostacoli per arrestare tutti i veri colpevoli, fino al vertice della piramide mafiosa, don Mariano (Orso Maria Guerrini), anello di congiunzione con il principale partito di governo. Finale positivo? No,né nel romanzo nè nell’adattamento teatrale di Gaetano Aronica. Il capitano sarà premiato con una licenza ed una promozione. Anche questo deve denunciare il teatro: perché accanto al risoluto capitano Bellodi non siano sconfitti anche il coraggio e la veggenza di Sciascia e il nostro diritto a un futuro di giustizia. Il progetto di uno spettacolo tratto da “Il giorno della civetta” per il regista, nasce da un grande amore per l’opera di Leonardo Sciascia, autore tra i più affascinanti e “scomodi” del Novecento.

OFFERTA SPECIALE BIBLIOCARD € 15,00 posto unico per la recita di giovedì 23 febbraio ore 21 (anziché € 28 per la platea e €22 per la galleria)  info e prenotazione obbligatoria all'ufficio promozione Anna Maria Emanuele  tel. 06.96045644 – da lunedì a venerdì ore 10-14/15-18