biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

lunedì
1
luglio
sabato
6
luglio

I giardini di luglio: cinque nazioni in festa con le loro voci e i loro migliori artisti

1 - 6 luglio 2013

1-6 luglio 2013 Accademia Filarmonica Romana Via Flaminia, 118

in un dialogo tra culture lontane che diventano vicinissime, in quella tradizione di cosmopolitismo che contraddistingue la Filarmonica Romana.
Ad impreziosire le giornate, la collaborazione e la presenza del CRM - Centro Ricerche Musicali che ogni giorno presenterà concerti e installazioni con olofoni, strumenti capaci di delimitare le aree acustiche, percepire i nostri movimenti, le localizzazioni e le diverse articolazioni dei suoni nello spazio. Mentre Radio Cemat trasmetterà in live streaming alcuni appuntamenti in programma. E spazio alle Open Session: un libero speaker’s corner della musica che torna a gran richiesta per il terzo anno consecutivo a disposizione dei dilettanti, dei giovani professionisti, di chi ha piacere di ascoltare e farsi ascoltare. Bevendo e cenando con la cucina tematica dello chef Marco Veneziani, i cocktail di Enrico Venafra, on-line con wi-fi se volete. Off-line, se preferite.
 Si parte con la Norvegia lunedì 1 luglio e la proiezione del film Into the White (2012) di Petter Næss che con questo suo ultimo lavoro si è distinto lo scorso aprile al Nordic Film Fest della Casa del Cinema di Roma. Segue il concerto, insieme ad alcuni suoi allievi, dell’amatissima Elizabeth Norberg-Schulz che negli stessi giorni terrà la masterclass in Sala Casella sul Lied e la romanza da camera di cui è rinomata interprete. MARTEDÌ 2 LUGLIO il Marocco apre la sua giornata con la proiezione di Nûba d’or et de lumière della famosa regista e documentarista marocchina Izza Génini, che in questo suo lavoro ha raccontato la storia della musica arabo-andalusa. A seguire il concerto di Marouan Benabdallah il più importante pianista della nuova generazione marocchina, già affermato a livello internazionale, che spazierà nel suo programma da Bartók, Debussy e Skrjabin fino al compositore contemporaneo del suo paese Nabil Benabdeljalil. La giornata termina con Mâallem Mahmoud Guinia, originario di Essaouira e principale erede della musica tradizionale Gnaoua. MERCOLEDÌ 3 LUGLIO sarà la volta del Brasile con il pianista Massimiliano Scatena (vincitore della Open Session Filarmonica 2012) che presenta un articolato programma che da Bartók, Ligeti ed Elia, arriva fino ai ritmi e melodie brasiliani di Villa-Lobos; a seguire il duo Silvia Donati (voce) e Roberto Taufic (chitarra), in Cores do Brasil un originale incontro fra una delle giovani voci italiane più interessanti nel panorama jazz con uno dei migliori chitarristi brasiliani che interpreta i classici e gli standard della tradizione musicale brasiliana e del jazz. GIOVEDÌ 4 LUGLIO è l’Iran la Nazione in festa: ad aprire la giornata i tre cortometraggi di Ali Asgari (giovane cineasta nato in Iran ma stabilitosi negli ultimi tempi in Italia), che con il suo ultimo corto More than two Hours ha concorso quest’anno al 66° Festival di Cannes, facendo parlare molto di sé. Segue l’appuntamento con le letture del poeta Ferdowsi affidato all’iraniano Ali Shams e l’attore italiano Aleandro Fusco, accompagnati dalla musica tradizionale iraniana interpretata dai Fratelli Mohsenipour, e a conclusione della giornata una delle più belle voci persiane dei nostri giorni Sussan Deyhim, vera star nel suo paese, in un concerto in cui l’artista leggerà anche poesie di Forough Farrokhzad con la perfomance del danzatore e coreografo Shahrokh Moshkin Ghalam; quest’ultimo sarà fra gli interpreti, insieme ai Fratelli Mohsenipour, del Barbad Project, progetto in cui la musica e gli strumenti del passato rivivono attraverso nuove composizioni e originali rielaborazioni. VENERDÌ 5 LUGLIO il Canada apre la sua giornata con il film The Flight from Order: 1910-1920 di Glenn Gould un omaggio al geniale pianista canadese cui seguirà l’incontro con il giornalista William Littler; dalle 19.30 in sala Casella un Canada Happening con tanti musicisti canadesi tutti al debutto romano (il Borealis String Quartet fra le migliori formazioni quartettistiche del Paese, il soprano Jana Miller, il clarinettista Kornel Wolak, il violinista Guillaume Tardif e il pianista Jordan de Souza pianoforte) cui seguirà il concerto jazz del Dominic Mancuso Quintet un originale fusione fra il jazz e la musica popolare siciliana da cui ha origine la famiglia Mancuso. Una grande festa conclude la stagione estiva della Filarmonica SABATO 6 LUGLIO: prima il concerto degli allievi della masterclass di Elizabeth Norberg-Schulz e a termine della giornata, nei Giardini, lo spettacolo del gruppo Incusioni Musicali vincitore della Open Session 2012, promettenti musicisti che si sono distinti fra gli artisti dell’anno scorso: in programma repertorio folklorico del sud Italia, fra pizzica, taranta e tarantella.