biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
22
maggio
domenica
27
maggio

Francesco Montanari in Il pigiama. Ovvero solo gli stupidi si muovono veloci

22 - 27 maggio 2012

Piccolo Eliseo Patroni Griffi dal 22 al 27 maggio 2012

Il  Pigiama  è una commedia che vuole raccontare in toni divertenti, e non solo, il vago senso di vuoto che si vive quando qualcuno che si ama ha deciso di non far più parte della tua vita. Scritto e diretto da Daniele Prato è un monologo atipico e affascinante. In scena il bravo e convincente Francesco Montanari, che racconta alcuni stralci della vita di questo uomo con il pigiama che, lasciato dalla fidanzata, si ritrova nella sua stanza, solo sdraiato sul divano di casa, che parla. E’ un uomo sensibile, profondo e sarcastico. Non riesce a spiegarsi il motivo che ha spinto Elisa, la sua ex, ad andarsene. Eppure lui è un uomo che amava profondamente la sua donna, che bruciava per lei. Ma lei non lo ama più e se ne va, lasciandolo solo, immerso nella sua ironica malinconia. La frivolezza del nostro tempo appare nella figura della sua Elisa, superficiale e distratta. La profondità e l’affilato sarcasmo del protagonista stridono profondamente con la superficialità che si annida in ogni aneddoto raccontato. L’uomo in pigiama affronta diversi temi, dal rapporto con l’altro sesso al modo di vedere il mondo con una nuova luce, una luce blu, sempre senza abbandonare il sarcasmo e una punta d’amara ironia.  Ciò che colpisce lo spettatore è soprattutto la capacità dell’autore, Daniele Prato, di mettere a nudo l’anima del suo personaggio. Mentre si chiede le ragioni della sua attuale situazione sentimentale l’uomo in pigiama è vero, è sincero, è autentico. Gli aneddoti raccontati in scena non sono mai banali e si riesce a pensare e, cosa alquanto complicata, nello stesso tempo si ride.  Naturalmente, tutto questo avviene anche per la splendida interpretazione di Francesco Montanari. L’attore, reso celebre dal personaggio del Libanese nella serie Tv “Romanzo Criminale, che impreziosisce il personaggio che interpreta regalandogli quel velo di autenticità che lo rende ancora più reale. Per tutta la durata dello spettacolo ci si sente rapiti dalle storie dell’uomo con il pigiama.