biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

mercoledì
16
gennaio

Corso di Musicainfasce®

16 gennaio 2013

mercoledì 16 gennaio ore 17

 

Basato sulla Music Learning Theory di E. E. Gordon

A cura dell’Associazione AIGAM

Per bambine e bambini 0/6 mesi

 

 


 

La Music Learning Theory è una teoria ideata da Edwin E. Gordon  e sviluppatasi in oltre 50 anni di esperimenti e osservazioni nei quali ci si è resi conto che la  modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall’età neonatale è la stessa con cuisi apprende il linguaggio. Parallelamente agli studi sull’attitudine   musicale e sulla capacità di Audiation, che costituiscono la base teorica della MLT, si è andata sviluppando una metodologia che ne applica i principi, portando diverse e sostanziali novità nel campo dell’educazione musicale. 
"Il divertimento è qualcosa di transitorio mentre la capacità di capire la musica ci sostiene per tutto il corso della vita."
In Italia la Music Learning Theory viene insegnata e divulgata, come unica associazione autorizzata, dall’AIGAM, Associazione Italiana Gordon per  l’Apprendimento Musicale. L’associazione, attraverso Insegnanti Associati svolge in tutta Italia corsi di Musicainfasce® (0 - 36 mesi), Sviluppo della musicalità® (3 - 5  anni) e Alfabeto della musica® (6 - 9 anni).


La Music Learning Theory di Gordon si prefigge di sviluppare l’attitudine musicale di ciascun bambino secondo le sue potenzialità, le  sue modalità e soprattutto i suoi tempi.


"Open mind for a different view: apri la mente per vedere le cose da un'altro punto di vista", dicono i Metallica nella Mitica "Nothing else matters" e questo metodo ribalta il consueto insegnamento della musica basato su spartiti e solfeggi, ma punta invece a cercare di sviluppare "l'orecchio assoluto", vale a dire la capacità di identificare un nota, di ripetere senza lo spartito un brano appena ascoltato, di riconoscerne gli accordi, le tonalità.... insomma, di suonare e cantare senza dover leggere una lingua, quella degli spartiti, che davvero poco si addice ai gusti dei bambini.
Chi di noi, finite le medie (quando ancora si studiava musica, moooolti anni fa...) ricorda ancora come si legge uno spartito? E soprattutto, al di là dei gesti, quanti di noi lo saprebbero riprodurre?

Questa teoria di apprendimento ha come obiettivo la “Capacità di sentire e  comprendere nella propria mente musica non fisicamente presente nell’ambiente”.

La capacità di Audiation, vero e proprio “pensiero musicale”, è indispensabile per  comprendere la sintassi musicale, sia nella produzione che nell’ascolto, per sviluppare  una buona lettura musicale e per improvvisare musicalmente. Non è dunque la  crescita di un bambino musicalmente “geniale” o del musicista professionista a ogni  costo la finalità del corso  ma, al contrario, formare persone in grado di  comprendere la sintassi musicale e di esprimersi musicalmente, con la voce o con  uno strumento.

La capacità di Audiation si sviluppa a partire dall’età neonatale a contatto con un  ambiente ricco esperienze musicali di qualità.

Durante i primi anni di vita l’approccio  indicato dalla MLT come adatto a favorire lo sviluppo dell’Audiation è quello della  guida informale. L’insegnante guida informalmente il bambino  all’apprendimento musicale, attraverso l’esempio diretto, il gioco e il movimento.

 L’adulto comunica con il bambino attraverso canti melodici e ritmici senza parole e  pattern tonali e ritmici, ascoltando le risposte musicali spontanee del bambino.

Il movimento libero del bambino viene favorito e rispecchiato attraverso l’esempio  diretto dell’insegnante.

L'intuizione del mettere in atto per primi le competenze musicali senza  insegnarle in modo esplicito trova esplicita conferma nelle recenti scoperte nel campo delle neuroscienze a proposito  dei Neuroni a specchio (Rizzolatti 1995).

 

 Elia Cevoli

 


CASA DEI BIMBI – Via Libero Leonardi 153, 00173 Roma - Tel. 06 45460381

casadeibimbi@bibliotechediroma.it

 

Fa parte di

Casa dei Bimbi: si riparte