biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
24
settembre
domenica
6
ottobre

Marco Travaglio in E' stato la mafia: la storia della trattativa fra Stato e Cosa Nostra

24 settembre - 6 ottobre 2013

Teatro Sala Umbero dal 24 Settembre al 6 ottobre 2013

in cambio di un'attenuazione delle misure detentive previste dall'articolo 41 bis e di molto altro. La trattativa è ancora oggetto di indagini giudiziarie ed è stata dichiarata reale nella motivazione della sentenza del processo a Francesco Tagliavia per le bombe del '92 e '93. Secondo tale sentenza l'iniziativa per la trattativa "fu assunta da rappresentanti dello Stato e non dagli uomini di mafia". La trattativa quindi è vera, non è più presunta. La trattativa è certa, è avvenuta e non l’ha voluta la mafia ma lo Stato e negoziati fecero da sfondo alle stragi, condizionando la politica negli ultimi vent’ anni.

Una storia di patti inconfessabili, di segreti e ricatti che hanno dato vita alla Seconda Repubblica e continuano a inquinare la presunta Terza.
Com'è suo costume, il giornalista narra fatti drammatici in forma tragicomica, sottolineando gli aspetti grotteschi e ridicoli delle campagne di stampa negazioniste e giustificazioniste scatenate da giornali e tv soprattutto dopo l'intercettazione di telefonate fra l'ex ministro Mancino e il presidente Napoletano.
Come nel precedente spettacolo “Anestesia totale”, Travaglio sarà accompagnato dalle musiche eseguite dal vivo da Valentino Corvino e affiancato dalla brava Isabella Ferrari, che legge brani di Gaber, Pasolini, Calamandrei, Pertini e Flaiano: testi sulla buona politica, quella che rifiuta ogni trattativa e compromesso con la malavita e il malaffare. Una boccata di ossigeno, il lavoro di Marco Travaglio, perché ha rinnovato la nostra coscienza, ha riacceso negli spettatori la necessità di combattere l'indifferenza, attraverso le parole di alcuni grandi uomini del nostro Paese e ci ha lasciato l'amaro in bocca, utile antidoto "all'abulia, al parassitismo e alla vigliaccheria. Uno spettacolo necessario per cercare di fare luce, di restituire agli italiani il diritto di sapere.

Riduzione Bibhliocard sul prezzo dei biglietti del 20% per gli spettacoli in cartellone previa prenotazione telefonica all’Ufficio Promozione allo 06.97274066 o scrivendo a promozioni@salaumberto.com Riduzioni dal martedì al venerdì valide fino ad esaurimento plafond. Non si effettuano riduzioni nel weekend (sabato ore 21/domenica ore 17.30).