biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

giovedì
14
marzo

La violenza sulle donne non ha confine: Italia-Colombia due realta' a confronto

14 marzo 2013 ore 18.30

Giovedi 14 marzo - ore 18,30

Una serata per ricordare, attraverso testimonianze, approfondimenti, musica e poesia, che la violenza sulle donne non ha confini. In collaborazione con il Gruppo Italia 251 di Amnesty international.
Attraverso un confronto tra la situazione italiana e quella colombiana si cercherà di sollevare il velo dell’indifferenza e mantenere alta l’attenzione su ogni forma di violenza che vede come vittime le donne e nega
loro diritti umani essenziali.
Due Paesi estremamente diversi per situazione politica e background culturale, ma che presentano forti criticità sul tema donne, violenza e diritti negati. In Italia negli ultimi dieci anni è aumentato il numero di donne uccise per mano di un uomo, oltre cento in un anno, e in circa la metà dei casi il colpevole è un marito, un fidanzato o un ex. Un crescendo di violenza misogina, spesso domestica, in un contesto che per la relatrice speciale dell'Onu sulla violenza di genere Rachida Manjoo è caratterizzato “da un quadro giuridico frammentario, dove l'inadeguatezza delle indagini, delle sanzioni e del risarcimento alle donne vittime di violenza sono fattori che contribuiscono al muro di silenzio e di invisibilità che circonda questo tema”. In Colombia, segnata da un conflitto armato in corso da decenni, la violenza sessuale contro le donne viene praticata per seminare il terrore tra le comunità allo scopo di spingerle alla fuga, vendicarsi contro il nemico, esercitare il controllo sui diritti sessuali e riproduttivi delle combattenti e sfruttare donne e ragazze come schiave del sesso. Amnesty International ha accusato il governo colombiano di non aver fatto concreti passi avanti per portare di fronte alla giustizia i responsabili dei crimini sessuali.
"Il problema della Colombia non è la
mancanza di leggi, decreti e direttive relativamente buoni: ce ne sono in abbondanza, quello che manca è la loro attuazione reale e coerente nel paese" sottolinea Marcelo Pollack,
ricercatore di Amnesty sulla Colombia. 
Il programma dell’evento, ad ingresso libero e
gratuito, prevede gli interventi di:
- Gruppo 251 di Amnesty International
- Fondazione Pangea – Convenzione CEDAW
- Collegamento skype con Enelia Salinas Chivata,
sindaca di Caldono, regione del

Cauca (territorio di conflitto)
- “Rete di solidarietà Colombia Vive”.
All'iniziativa aderisce anche l’associazione “Libera contro le mafie”. 

A fare da cornice alla serata, reading di poesie, musica Blues e il coro Gospel “Mount Green People”

Per Informazioni: Cel. 366 3460929 - gr251@amnesty.it – www.amnesty.it

Fa parte di

8 marzo – giornata internazionale della donna