biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

venerdì
11
gennaio

La tutela della salute umana, la grande truffa della vivisezione.

11 gennaio 2013

venerdì 11 gennaio ore 17

 Il Gruppo Antispecisti XIII Municipio presenta:La tutela della salute umana, la grande truffa della vivisezione.

 

Interviene il dott. Massimo Tettamanti
 
 

Oggi, la maggior parte delle associazioni per la ricerca medica finanziano esperimenti in cui si usano animali.

 

Spesso ci sentiamo dei grandi benefattori dell'umanità finanziando iniziative tipo "Telethon" e quant'altro... eppure...

Questi esperimenti arrivano quasi sempre ad un vicolo cieco e ostacolano il progresso della medicina.

Infatti, un procedimento che induce artificialmente una malattia u animali sani, per poi tentare di estrapolare i risultati ottenuti agli esseri umani, di certo fallirà.

Questo perché le reazioni  fisiologiche sono assolutamente diverse  tra le specie e le patologie indotte sono sostanzialmente diverse con quelle che si riscontrano naturalmente nell'uomo.

Per rendersi conto della beffa della pratica della sperimentazione animale, basti pensare, ad esempio, che, mentre i tossicologi continuano a sostenere che roditori e uomini sono così simili utilizzarli  per provare le sostanze chimiche che verranno a contatto con l'uomo, i produttori di rodenticidi assicurano che i roditori sono così diversi dall'uomo (e dai suoi animali d'affezione) da preparare veleni altamente specifici, efficaci solo per quegli animali.

I metodi scientifici più moderni ed aggiornati, che si focalizzano sui dati riguardanti la nostra specie (studi clinici, epidemiologici, studi su tessuti umani, le moderne tecniche non invasive di analisi), sono sicuramente da preferire alle risposte inaffidabili ottenute dai test su animali: in primo luogo per la nostra salute,  in secondo luogo per gli animali, a cui verranno risparmiate atroci sofferenze.

Esistono molti studi senza animali effettuati dalle associazioni per la ricerca senza animali. Studi sull'ingegneria dei tessutidove si osserva la produzione di legamenti sintetici per la ricostruzione del ginocchio. Viene creato un substrato di fibra di vetro che si scioglie col  tempo, su cui viene fatto crescere il tessuto del paziente stesso (ottenuto da una biopsia), così da evitare i problemi di rigetto che si hanno solitamente nei trapianti.
Modelli matematici dell'invecchiamento.
Si stanno sviluppando modelli computerizzati di interazioni tra fattori genetici e ambientali. Questi modelli verranno validati con studi epidemiologici e statistici su popolazioni umane.
Questa è l'alternativa all'uso di popolazioni di roditori per questo tipo di simulazioni, che possono essere utili per studiare l'invecchiamento dei topi, ma certo non quello degli esseri umani.

Gli animali hanno emozioni e percezioni, e secondo molte religioni al mondo, anche un'anima.

Perchè continuare a farli soffrire senza che questo porti un solo beneficio all'Uomo?

Elia Cevoli
Fa parte di

Qua la zampa!