biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
17
aprile
domenica
22
aprile

Inossidabile miele : un artista siciliano che racconta poesie con il corpo.

17 - 22 aprile 2012

Teatro Eutheca dal 17 al 22 aprile

La performance è l‘improvvisazione’ di un artista siciliano, Domenico Cucinotta, che racconta poesie con il corpo. Uno spettacolo tra danza e poesia, senza parole, dove per 60 minuti l’artista parla dell’amore,reinventando, interpretando, seguendo ‘in improvvisazione’ i gesti e i segni sviluppati in una partitura fisica iniziale ispirata ad una raccolta di poesie. Spunto dello spettacolo è infatti il testo del poeta siciliano Michele Cucinotta Oteri che nella sua raccolta – l’Inossidabile Miele appunto – parla del suo disperato bisogno di amore, della sua continua ricerca di affetto. E così diventa questo il tema portante del teatro-danza: l’amore in tutte le sue forme, da quello tra uomini, a quello per la vita, per i luoghi cari, per la madre… che il nipote del poeta -Domenico Cucinotta - studia e approfondisce per scrivere sul proprio corpo le parole delle poesie dello zio. In questa testo danzato entra in gioco anche il linguaggio dei segni cui si fa riferimento e da cui si attinge per lo sviluppo dei significati dell’opera. Numerosi i riferimenti a Pina Bausch e Pasolini, oltre che al poeta siciliano autore della raccolta di poesie: "Inossidabile è qualcosa che non si consuma e che quindi continua a vivere. Quando smettiamo di amare le cose, significa che si è ossidato il nostro sentire" sottolinea l’artista specificando la scelta di mantenere il titolo originario dell’opera ‘esprimere il bisogno di amore, in tutti i modi anche attraverso l'arte, rende l' amore un concetto universale che ci accomuna, ed è per questo che può abbattere confini e distinzioni’
“Il desiderio di far rivivere è un gioco di memorie. Possiedo la volontà ma non il dono del ricordo, per questo la scena, la danza, mi danno la possibilità di perdermi in ciò che la mia mente non richiama ma che il mio corpo ha trattenuto” Domenico Cucinotta
.
Consigliato anche ad pubblico non udente.


Ridotto Bibliocard € 10,00