biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

martedì
15
novembre
mercoledì
16
novembre

Casa della Memoria e della Storia: I bambini ci guardano - Piazzati

15 - 16 novembre 2011

proiezione film e documentario dalle 17.30

MERCOLEDI’ 16 NOVEMBRE 2011 – ORE 17.30

 

Proiezione del film I BAMBINI CI GUARDANO regia di Vittorio De Sica (1943, Italia - 90'). 

A seguire il documentario PIAZZÀTI regia di Giorgio Diritti (2009, Italia - 53’).

 



I bambini ci guardano

Pricò, bambino di sette anni, vive attraverso i suoi occhi innocenti i fatti che portano alla dolorosa dissoluzione della sua famiglia: la passione per un altro uomo della madre e le sue ripetute fughe da casa portano sempre più alla disperazione il padre Andrea che, esasperato dal secondo e definitivo allontanamento della donna, decide per l'epilogo più drammatico: il suicidio. Un dramma familiare scandito dalla perfida ed inumana curiosità della gente comune che, immancabilmente e senza pudore, s'intromette in vicende tanto delicate con un mero cicaleccio malizioso. Poco prima del tragico gesto, il padre porta il piccolo in un collegio; in seguito, appresa la notizia della scomparsa del padre, Pricò si trova faccia a faccia con la madre e l'anziana governante, Agnese e saluta con un abbraccio solo quest'ultima, senza rivolgere alcun gesto d'affetto verso l'altra donna. Straziante mélo di Vittorio De Sica, tratto dal romanzo "Pricò" di Cesare Giulio Viola. Se il contesto e i torbidi intrighi sentimentali sembrano da feuilleton, la psicologia del bambino è invece definita con una sensibilità eccezionale. Sceneggiatura splendida di Cesare Zavattini.

 

A seguire il documentario PIAZZÀTI regia di Giorgio Diritti (2009, Italia - 53’).)

 Piazzàti

“Affittare” i propri bambini era prima di tutto una questione di sopravvivenza, una sofferta decisione, peraltro molto diffusa in tutto l’arco alpino. Spesso i “Piazzàti” passavano un’infanzia non semplice, i maschi tra monti e pecore, le femmine come servette in case di benestanti; tutti ricompensati però da un pasto caldo al giorno che a casa propria non poteva sempre essere assicurato. Un film dove più che cercare risposte si pongono interrogativi: sul senso dell’infanzia, della famiglia, del gioco e delle difficoltà, ieri come oggi. Il documentario è realizzato con una particolare cura fotografica, evidenziando i tempi naturali degli intervistati e quindi essendo essi prevalentemente anziani, si è preferita un’impostazione classica di tipo cinematografico. Il primo approccio storico e quindi l’indagine sul fenomeno, è in realtà la chiave per entrare in una lettura più profonda, umana, sociologica. Sono evidenziati il rapporto con le “radici”, gli stati d’animo dell’infanzia, e come questi diventino nel tempo le basi del nostro esistere, il riferimento coscio o inconscio del nostro agire.

In collaborazione con "ARANCIAFILM S.r.l."


CASA DELLA MEMORIA E DELLA STORIA

Via San Francesco di Sales, 5 (Trastevere)

Tel. 06 6876543 – 060608

www.casadellamemoria.culturaroma.it

Fa parte di

Casa della Memoria e della Storia: Cinema, storia e.. un mondo di bambini