biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

mercoledì
27
maggio
martedì
2
giugno

Incollati alla poltrona

27 maggio - 2 giugno 2020

La rubrica del mercoledì

Gentili lettori, il terzo appuntamento della rubrica Incollati alla Poltrona ha per protagonista la regina del giallo: Dame Agatha Christie.
Agatha Christie, è stata una scrittrice e drammaturga britannica. Oltre ai romanzi e ai racconti gialli che l'hanno resa universalmente celebre, ha scritto opere teatrali e, con lo pseudonimo di Mary Westmacott, alcuni romanzi rosa.
Nacque il 15 settembre 1890 a Torquay nel Devon, in una ricca famiglia dell’alta borghesia. La sua formazione fu dapprima curata in casa dall’eccentrica madre e proseguì in seguito a Parigi.
Nel corso dell’adolescenza fece molta vita di società, fino al matrimonio, nel 1914,  con Archie Christie, colonnello della Royal Flying Corps.
Durante la Prima Guerra mondiale fu infermiera volontaria nel dispensario dell’ospedale di Torquay, dove approfondì la conoscenza dei veleni, che resteranno per sempre la sua arma preferita nei delitti.
Questa esperienza ispirò il suo primo romanzo, Poirot a Styles Court (1920), dove fa la sua comparsa l'investigatore Hercule Poirot. Fu l’inizio di una lunga e luminosa carriera.
La vita privata però non andava altrettanto bene; infatti, alla fine del 1926, Archie, innamorato di un'altra donna, chiese ad Agatha il divorzio. Il 3 dicembre i Christie litigarono e Archie abbandonò la loro casa per trascorrere il fine settimana con la sua amante.
Quella stessa sera, Agatha scomparve. Oltre mille agenti di polizia, 15.000 volontari e diversi aerei furono impegnati nella ricerca. Sir Arthur Conan Doyle si rivolse addirittura ad una medium per ritrovare la scrittrice scomparsa.
La Christie venne rintracciata, dopo diversi giorni, in un hotel nello Yorkshire. Sebbene le fosse stata diagnosticata un'amnesia, l'opinione pubblica si divise sul motivo della fuga.
Fu a causa della depressione causata dal superlavoro letterario, oppure dalla recente morte della madre o ancora dall'infedeltà di suo marito? Fu forse una trovata pubblicitaria o addirittura il  tentativo di incastrare il marito per omicidio? 
I Christie divorziarono nel 1928; Agatha mantenne la custodia della figlia Rosalind e il cognome di Christie per la sua scrittura. 
Nello stesso anno la scrittrice intraprese un viaggio verso Istambul e da lì, a bordo dell’Orient Express, verso Baghdad. Fu nel corso di questo viaggio, scenario del celebre romanzo Assassinio sull'Orient Express, che conobbe Max Mallowan, archeologo e accademico britannico; i due si sposarono nel settembre del 1930.
Il loro matrimonio fu felice, costellato di viaggi che ispirarono grandi romanzi alla scrittrice, e durò fino alla sua morte nel 1976.
Nel 1930 la Christie scrisse La morte nel villaggio, nel quale presenta ai suoi lettori Miss Marple, una vecchietta tranquilla e dotata di buon senso che alterna l'attività investigativa allo sferruzzare a maglia; i lettori l'ameranno tanto quanto Poirot. 

La Christie, per i suoi meriti letterari, fu insignita nel 1956 del titolo di Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico e, nel 1970,  fu promossa a Dama di Commenda dell’Ordine dell’Impero Britannico, massima onorificenza concessa ad una donna.  
La regina del giallo morì nella sua casa di campagna il 12 gennaio 1976, all’eta di 85 anni.

E ora un piccolo cenno sui suoi personaggi più iconici, Miss Marple e Poirot, a partire da quest'ultimo che quest'anno compie 100 anni. 

Poirot, ex ispettore di polizia e poi investigatore privato, arriva in Inghilterra dal Belgio, fuggendo da un paese invaso dall'esercito tedesco. Per tutta la sua vita si sentirà uno straniero, un esule, un uomo in cerca di rifugio, aspetto che a volte lo avvicinerà di più ai personaggi dei suoi casi perché, come loro, ha fatto esperienza del dolore e del male.

Uomo raffinato, eccentrico e un pò pieno di sé, Poirot ha un carattere metodico e rigoroso, è dotato di grande intelligenza, acume psicologico e di logica ferrea, tutte doti che gli permettono di risolvere i casi più disparati.
Al primo romanzo, Poirot a Styles Court, ne seguiranno altri 38, fino a Sipario del 1975 in cui Poirot muore.
Il New York Times dedicò a Poirot un necrologio: non era mai accaduto per un personaggio di fantasia. 

Miss Marplepersonaggio ispirato forse alla vecchia zia dell’autrice, è una simpatica vecchietta nubile, dai capelli bianchi e gli occhi azzurri, spesso vestita con guanti e cuffietta di pizzo nero, che ama osservare la natura umana. Ha un'indole tranquilla e curiosa, adora il gossip, ma è anche estremamente furba e ironica. Tutto ciò le permette di risolvere anche i casi di omicidio più complicati.
Quando non è impegnata a risolvere delitti, si dedica al birdwatching e al giardinaggio. Adora cucinare i dolci e prendere il tè con le amiche. Trascorre il suo tempo in giardino ad occuparsi delle sue piante ma anche a controllare tutto ciò che succede nel villaggio dove abita e ad analizzare gli abitanti del luogo che considera la sua fonte di studio. La sua prima apparizione avviene nel 1930 in La morte del villaggio, cui faranno seguito 11 romanzi e 2O racconti. 
 
Qui sotto alcuni libri disponibili, in formato ebook, della scrittrice:
 
 
 
 
 
A mercoledì prossimo cari lettori e buona lettura.
 

Per leggere le rubriche delle settimane precedenti, clicca in basso:

  1. Edgar Alla Poe
  2. Arthur Conan Doyle
Fa parte di

Appuntamenti digitali oltre il Maggio dei Libri