biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

lunedì
27
luglio
lunedì
3
agosto

Le quattro casalinghe di Tokio

27 luglio - 3 agosto 2020

Consigli di lettura

Il Bibliotour continua il suo viaggio in Giappone con un thriller freddo e inesorabile di un’autrice che incolla il lettore alle pagine...
Recensione a cura di Paola del Circolo di Lettura di Cornelia .

 

 
di Natsuo Kirino
Neri Pozza 2003
 
 
 
 
 
 
 

Kirino Natsuo, autrice giapponese nota in tutto il mondo per la sua produzione di romanzi noir, offre, attraverso i suoi libri, un punto di vista decisamente inconsueto della società giapponese: il punto di vista delle donne. Le sue donne non appartengono al consueto clichè a cui siamo abituati, non sono silenziose e remissive, non sono puri oggetti di desiderio sessuale.
 
Uno stabilimento di pasti precotti emana odore di olio fritto che si mescola quasi indistintamente alle folate di gas di scarico della strada. E’ qui che, tutte le sere, quattro donne si ritrovano per affrontare insieme il duro turno di notte. Quando una di loro, stanca delle umiliazioni subite dal marito, lo uccide in un impeto improvviso, le altre decidono di aiutarla a disfarsi del cadavere facendolo a pezzi e nascondendo le prove.
Quattro casalinghe…no. Queste donne non lo sono, lavorano tutte. Ma, allora, perché casalinghe? Semplicemente perchè le nostre protagoniste appartengono ad una classe sociale inferiore, così sin dal titolo intuiamo il valore che la società giapponese dà al ruolo della donna. Quattro donne che hanno ben poco in comune: diverse per età, aspetto, senso del dovere, moralità. Di fatto non sono amiche, sono solo unite dalla stessa solitudine e dalla frustrazione di appartenere agli invisibili: invisibili ai figli, ai mariti, agli uomini, ad una società come quella giapponese in cui giovinezza e bellezza sembrano essere le uniche risorse a cui deve ambire una donna per sopravvivere.
L’autrice ci introduce nelle loro vite attraverso palpabili odori nauseabondi e un caldo fastidioso e appiccicoso di una estate che sembra non lasciare scampo. E non c’è redenzione, non c’è riscatto, non c’è soddisfazione o serenità per le nostre quattro donne, ma solo lotta, una lotta quotidiana per la sopravvivenza.
 
Per concludere, il video di un incontro tenuto a Venezia da Kirino Natsuo e una sua intervista in cui racconta i temi della sua scrittura.
 
[24/07/2020]