biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

giovedì

15

febbraio

Il riuso creativo delle immagini

Il riuso creativo delle immagini

15 febbraio 2024 ore 17:00

Ciclo di incontri di approfondimento cinematografico

Il riuso creativo delle immagini d'archivio è l'oggetto di un ciclo di incontri di approfondimento cinematografico con autori ed esperti del settore che l'Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico ETS organizzerà nelle prossime settimane all'interno di due biblioteche della Capitale. Un'iniziativa, in collaborazione con  le Biblioteche di Roma, che partirà il 22 gennaio dalla Biblioteca Valle Aurelia per concludersi il 22 febbraio alla Biblioteca Flaminia.

Obiettivo del ciclo è quello di offrire uno spaccato delle diverse opere che l’AAMOD, nel campo del riuso creativo delle immagini, ha realizzato negli ultimi anni, sia attraverso percorsi di alta formazione destinati a giovani autori (Premio Zavattini, Residenza artistica Suoni e Visioni), sia attraverso l’attività di produzione e coproduzione.

Il programma si articola in 6 incontri della durata di circa 2 ore l'uno, nell'ambito dei quali si analizzeranno il lavoro e le specifiche forme di riuso delle immagini, facendo seguire alla visione dell'opera prescelta un dibattito con il pubblico in sala. 

Il ciclo di incontri, in programma alle ore 17 è libero a tutte e tutti.

Maggior informazioni sul sito ufficiale: www.aamod.it

 

CALENDARIO

Biblioteca Valle Aurelia

 

Giovedì 15 febbraio 2024 - ore 17:00
Cinema militante e nuove generazioni

16 millimetri alla rivoluzione (65’ – 2023) di Giovanni Piperno, con Luciana Castellina
Navigando liberamente attraverso le immagini prodotte per il PCI tra gli anni '50 e gli '80 da grandi registi italiani e incontrando lo sguardo di Luciana Castellina, l'autore si chiede cosa rimanga oggi di quell’esperienza che ha coinvolto milioni di persone nel tentativo di trasformare sé stessi e il mondo. 
Nel viaggio riscopre il cinema di quella generazione politica: un cinema libero, sperimentale, dal basso, empatico, militante. Zavattini direbbe – e così dice nel film – “un cinema di tanti per tanti”.
Interverranno il regista Giovanni Piperno, Vincenzo Vita, Presidente dell'AAMOD, Aurora Palandrani e Luca Ricciardi del coordinamento AAMOD.


Biblioteca Flaminia

 

Giovedì 22 febbraio 2023 - ore 17:00

Cinema militante e nuove generazioni


16 millimetri alla rivoluzione (65’ – 2023) di Giovanni Piperno, con Luciana Castellina

 

 

Eventi svolti

 

 

Biblioteca Valle Aurelia

Lunedì 22 gennaio 2024 - ore 17:00

Archivi privati, immagini pubbliche

Senza rossetto (52’ – 2018) di Silvana Profeta, Emanuela Mazzina
Le testimonianze delle donne che nel 1946, con il loro voto, si trovarono, per la prima volta, cittadine attive nella determinazione dell'identità nazionale.


Un respiro parziale ma intero (17’ – 2023) di Lorenzo Spinelli
Omaggio alla grande poetessa Patrizia Cavalli, recentemente scomparsa, attraverso un racconto intimo e diaristico. La voce della poetessa e quella del regista s'incontrano in uno spazio senza tempo per dialogare sull'importanza della semplicità.

 

Giovedì 8 febbraio 2024 - ore 17:00
Diari intimi

Ma-tri-mo-nio (20’ – 2023) di Gaia Siria Meloni
Un’indagine toccante e intima intorno alla femminilità, ricostruendo il vissuto di tre donne, attraverso immagini tratte da homemovies, un diario segreto dalle pagine strappate e un braccialetto appartenente ad una neonata.

Supereroi senza superpoteri di Beatrice Baldacci (12’50’ – 2019)
La memoria audiovisiva viene in supporto ai ricordi di infanzia nella ricostruzione emotiva di una forte relazione tra madre e figlia.

 

 

Biblioteca Flaminia

Giovedì 25 gennaio 2024 - ore 17:00
Il doppio fondo delle immagini d’archivio: significato originario e nuove narrazioni


In her shoes (19’ – 2019) di Maria Iovine
In un mondo ribaltato in cui le donne ricoprono ruoli di potere e gli uomini si occupano della famiglia, Domenico si racconta alla figlia a partire da un tenero ricordo. In una lettera rivive la gioia della sua nascita, la sua infanzia, i sogni di una famiglia felice, ma anche le rinunce dolorose di padre e marito che hanno soffocato le sue reali aspirazioni e desideri.


Lo chiamavano Cargo (18’ – 2021) di Marco Signoretti
Utilizzando il materiale di repertorio della Fondazione Aamod, che ha prodotto il film, e di altri 
archivi, Lo chiamavano Cargo è un’originale rivisitazione del Mezzogiorno d’Italia in chiave di 
western politico.


Blue screen (16’30’’ – 2016) di Alessandro Arfuso e Riccardo Bolo
Il documentario, ritrovato in un nastro vhs, racconta attraverso l’esperienza dell’autore la ribellione dei droidi di servizio Mk3 contro l’egemonia degli esseri umani. L’opera è un caso inedito che mostra la storia dal punto di vista di chi l’ha subita e restituisce dignità e umanità agli androidi, spesso relegati ad uno stato di subordinazione. Le speranze, i sogni e le paure degli uomini d’acciaio sono raccolte in questo archivio del futuro, che svela gli aspetti meno conosciuti della “Rivolta del Silicio”.

 


Giovedì 1° febbraio 2024 ore 17
Archivi privati, immagini pubbliche

Senza rossetto (52’ – 2018) di Silvana Profeta, Emanuela Mazzina

Un respiro parziale ma intero di Lorenzo Spinelli


Appuntamenti

Archivi privati, immagini pubbliche - il riuso creativo delle immagini

giovedì

25

gennaio

giovedì

22

febbraio

Ciclo di incontri di approfondimento cinematografico