biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Lacci

Starnone, Domenico

Einaudi - 2014

Valuta questo titolo
"Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie". E' l'inizio della lettera che Vanda scrive al marito, andatosene di casa lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e a domande che non trovano risposta. Sposatisi giovani all'inizio degli anni '60 per desiderio di indipendenza, attorno a loro il mondo è cambiato e ritrovarsi con una famiglia a carico è divenuto segno di arretratezza più che autonomia. Ora lui se ne sta a Roma innamorato di una sconosciuta, lei a Napoli coi figli. Cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E cosa perdiamo quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è più radicale dell'abbandono, niente più tenace di lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. A volte basta un gesto minimo per far riaffiorare quello che abbiamo provato a metter da parte. L'A. offre una storia emozionante e forte, il racconto di una fuga, di un ritorno, di fallimenti sia quelli che ci sembrano insuperabili sia quelli che ci fanno compagnia per tutta la vita [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 13/06/2018   

    Forse avevo troppo alte le aspettative, non mi ha convinto nè la narrazione nè lo stile di scrittura.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 2 / 2 utenti hanno trovato utile questo commento
    03/03/2017   

    Notevole

    Molta curiosita' per il libro..ben ripagata interessante mai banale seppur semplice la storia..Scorrevole e veloce la lettura, e soprattutto quadro familiare terribile ma molto molto reale.Fa riflettere anzi dovrebbe far riflettere....consigliatissimo.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato