biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

La condanna del sangue : la primavera del commissario Ricciardi

De Giovanni, Maurizio

Giallo - Einaudi - 2012

Valuta questo titolo
Che succede a giocare con le illusioni, a cancellare i sogni? Una cartomante e un'usuraia, nella stessa persona: inventare il futuro e sbriciolarlo tra le dita. Mentre la città si apre alla primavera, nel solito trionfo di profumi e canzoni, il più tenero degli amori diventa la peggiore delle condanne: e spegne nel sangue anche il ricordo di un'antica passione.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • Francois Philippe Durbach

    23/02/2021   

    Se vi è piaciuta la fiction tv, adorerete il libro

    Secondo libro della serie con protagonista il Commissario Ricciardi, ma, in realtà, si tratta di un'orchestra di personaggi mirabilmente e con maestria diretti dall'autore: ognuno incarna un aspetto diverso del poliedrico prisma della vita, e, così, sentimenti, passioni, debolezze e tentazioni trovano una voce che parla all'intimo del lettore: non un urlo, ma un sussurro perfettamente in armonia con l'atmosfera di melanconia esistenziale che pervade l'intero romanzo. Giallo o noir? Qualunque sia la risposta, la certezza è uno stile efficace, capace di suscitare sorrisi e riflessione, commozione e sdegno. Ottimo il ritmo, il filo della narrazione sempre teso, una suspence soft ma presente fino alla fine. La fiction televisiva è buona ma il romanzo è di gran lunga migliore: vale la pena leggerlo anche si è vista la trasposizione televisiva
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento
    29/05/2020
      

    Altro meraviglioso capitolo della serie del commissario Ricciardi. Io sono rimasta infatuata da questo personaggio e da questo scrittore, così come dalle ambientazioni. Adoro il commissario con il suo dolore e la sua malinconia e con lui anche tutti gli altri personaggi. Ogni tanto mi regalo un nuovo episodio, che non mi delude mai. In questi libri c'è un mondo intero da scoprire. Bellissimo.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 3 / 3 utenti hanno trovato utile questo commento

    Stefania Palombi

    18/09/2019   

    accattivante

    De Giovanni con questo secondo capitolo mi ha conquistato, se già con il primo libro mi aveva affascinato al punto da farmi continuare la lettura della serie, qui mi sono trovata davanti ad un racconto di maggior rilievo sia dal punto di vista stilistico che della trama: c’è sì il giallo da sbrogliare, ma c’è anche tanta ironia, sarcasmo, amore e profondità. Con una delicatezza travolgente mi sono trovata a seguire passo passo i protagonisti di questo libro e soprattutto mi sono ritrovata con Ricciardi dietro quella finestra.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 3 / 4 utenti hanno trovato utile questo commento
    02/04/2017
      

    Ottimo anche questo

    in perfetto equilibrio la narrazione, poliziesca , riesce a mantenersi calda e umana ma senza pietismi o inutili romanticherie non ostante ciò De Giovanni nei suoi gialli mette un qualcosa in più, un qualcosa di suo, che non si insegna.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato