biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Il racconto della Commedia

Santagata, Marco

eBook - Mondadori Arnoldo - 2017

epub protetto con DRM Adobe

Valuta questo titolo

La Commedia dantesca è un universo meraviglioso, illimitato e complesso nel quale, oggi forse più che in passato, è pressoché impossibile addentrarsi confidando solo nella propria capacità di orientamento. Senza un'adeguata carta topografica e una bussola efficiente, si rischia di smarrire presto la strada. Ma per fortuna c'è un Virgilio che guida il lettore dalla «selva oscura» dell'Inferno fino a contemplare «l'amor che move il sole e l'altre stelle» nel Paradiso: Marco Santagata, con la sua prosa scorrevole, coinvolgente, priva di tecnicismi, ripercorre in queste pagine il viaggio ultraterreno di Dante, rivelando e rendendo accessibile l'inestimabile tesoro di emozioni, sentimenti e pensieri nascosto «sotto 'l velame de li versi strani».

  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Links
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento
    26/03/2020
      

    Dante, Virgilio, Omero: seguire virtù e conoscenza

    Dante non conosceva direttamente i poemi omerici; ma il racconto, nel XXXVI canto dell'Inferno, del folle volo di Ulisse oltre le Colonne d'Ercole testimonia come egli conoscesse il desiderio di Odisseo di superare i limiti posti alla conoscenza umana. Se nell'Odissea il viaggio nell'aldilà del solo Ulisse era la discesa agli Inferi e, in particolare, l'incontro con Tiresia, nella Divina Commedia la discesa agli Inferi di Dante, accompagnato da Virgilio nell'Inferno e nel Purgatorio, costituisce parte del viaggio interiore di un uomo, completato dalla visione del Paradiso dove è guidato da Beatrice. E il viaggio interiore dura un'intera vita. Dante, con la voce di Ulisse che per hybris oltrepassò le Colonne, limite del mondo conosciuto nell'antichità, ci dice "... fatti non foste a viver come bruti ; ma per seguir virtute e canoscenza" (vv. 90-142). Di tutti i bellissimi e pregni versi della Commedia, qui resi in una prosa scorrevole, e della sua opera tutta, questi sono, a mio parere, la stella polare di chi cerca il sapere. Divini.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato