biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Gli innamoramenti

Marías, Javier

Einaudi - 2012

Valuta questo titolo
Luisa e Miguel sono la coppia perfetta: María Dolz, che lavora in una casa editrice di Madrid, da anni li osserva ogni mattina al caffè e dal quel rapporto fatto di sincera tenerezza e profondo affetto trae la forza per affrontare la propria assai meno perfetta vita privata e sentimentale, ma anche la insopportabile vanità dei suoi autori. Un giorno la donna scopre però che Miguel Desvern è stato ucciso, brutalmente accoltellato dal custode di un parcheggio, un balordo che vive in un'automobile. Dopo qualche tempo, Maria avvia una storia con Javier Diaz-Varela, il migliore amico del defunto, ma intuisce subito che questi è perdutamente innamorato della vedova: la morte di Miguel Desvern, all'apparenza casuale e inutile, le si presenta cosi sotto una nuova luce. La protagonista capisce via via ciò che il lettore di questo noir metafisico comprende da subito: che la storia è molto più complicata di quanto possa apparire. Dov'è la verità se di un avvenimento vengono proposte versioni sempre [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • Roberto Parrelli

    11/01/2018   

    storia intrigante

    interessante... anche se a volte la credibilità ci lascia un po' sospesi o sorpresi....
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento
    23/03/2015
      

    Un libro che lascia il segno.

    Dopo alcuni libri non particolarmente interessanti, Javer Marìas sembra tornato agli antichi splendori. La storia è coinvolgente e intrigante quanto basta a non lasciare impolverare il libro sul comodino. Ma la novità che voglio segnalare ai futuri possibili lettori è l'introspezione psicologica di rara finezza. Il rapporto uomo-donna, i rapporti sociali in generale e, perché no, il grande tema della vita e della morte vengono esplorati con una grande sensibilità che, credo, la maturità anagrafica ha voluto regalare all'autore. Ne esce un affresco vivace e colorato in cui, con onestà, ognuno di noi può riconoscersi almeno in parte e riflettere molto anche sulla parte che non gli appartiene. Il finale non è propriamente un fuoco d'artificio ma credo che sia abbastanza funzionale alla storia e, comunque, nelle intenzioni di Marìas. Libro ben riuscito, quindi, e molti elementi su cui riflettere e sentirci, faticosamente, meno passivi e spettatori di altre volte. Consigliato senz'altro.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato