biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Clyde fans : un romanzo per immagini in cinque parti

Seth

Coconino Press - 2019

Valuta questo titolo
Abe e Simon Matchcard sono due fratelli, due commessi viaggiatori che provano a far sopravvivere l'attività di famiglia, una ditta di ventilatori elettrici in un mondo che sta passando all'aria condizionata. Mentre l'azienda si sgretola, succede lo stesso al rapporto che lega i due uomini, che pur scegliendo percorsi di vita molto diversi finiscono comunque per essere completamente infelici. Il racconto intimo di Seth e i suoi disegni danno voce ai paesaggi urbani e agli oggetti smarriti di un epoca che non c'è più, mentre due fratelli lottano per ritrovarsi soffocati in una casa di città priva di ossigeno.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 1 / 1 utenti hanno trovato utile questo commento

    Benedetto Morgera

    Cambia il tuo avatar
    04/05/2021
      

    Toccante sinfonia sulla nostra fragile umanità

    Non si può non concordare con il giudizio di Douglas Coupland (in quarta di copertina) e con quello di molti altri autorevoli esegeti: si tratta di un capolavoro. Quindi che altro dire? Seth ha lavorato a questo romanzo per immagini, ovviamente non in modo continuo, per venti anni. Volume di ben 480 pagine dedicate alla ricostruzione delle vicende della Clyde Fans, impresa canadese di ventilatori realmente esistita, attraverso la vita di due fratelli molto diversi fra loro: Abe -il maggiore- che si occupa fattivamente dell’impresa familiare fino alla dismissione e Simon, sognatore e inadatto ad affrontare gli impegni di lavoro di piazzista e in fondo il peso di un’esistenza “normale”. Un mondo malinconico quello della Toronto postbellica, tranquillo e molto lontano dall’attività frenetica dei nostri giorni. Apparentemente Abe sembrerebbe aver trovato il suo posto nello scorrere della vita; Simon, al contrario, sceglie di vivere lontano da occhi indiscreti, chiuso perennemente in casa, in una volontaria resa all’invisibilità. Forse la storia che Seth vuole raccontarci, malgrado sé, è quella della duplicità dell’approccio alla vita: fuori nel mondo o chiusi nella riflessione sul senso della nostra presenza qui, ospiti comunque infelici sulle macerie del passato.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato