biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Bulle da morire

Da Ros, Emanuela

Letteratura per ragazzi - Feltrinelli Editore - 2017

Valuta questo titolo
Primo anno di liceo. Stefania e Giada sono migliori amiche e compagne di banco da sempre. Giada è una ragazza mite, introversa, amante della natura, che adora passare il tempo libero in campagna, nella stalla di suo nonno. Forse è per questo che Eli e Bea, considerate le più belle della scuola, iniziano a prenderla in giro e a emarginarla. Stefania se ne rende conto, si sente in colpa nei confronti dell'amica ma non vuole essere tagliata fuori dal gruppo. Così decide di ubbidire alle due "cattive" e di ignorare Giada. Una scelta che la tormenta, una scelta quasi obbligata. Stefania entra a far parte del trio insieme a Eli e a Bea, inizia a truccarsi, a postare selfie ammiccanti sui social e si trasforma giorno dopo giorno in un clone delle due bulle. Finché una sera, in discoteca, la situazione precipita... Età di lettura: da 10 anni.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Commenti
  • Forse ti può interessare
Se vuoi inserire un commento a questo documento o indicare con un voto da 1 a 5 la tua preferenza inserisci il tuo codice utente e la tua password dal pulsante Accedi in alto a destra.
Non sei ancora un nostro iscritto? REGISTRATI ON-LINE!!
  • 2 / 2 utenti hanno trovato utile questo commento
    15/05/2019   

    Per me...è no

    ho trovato il libro eccessivamente superficiale e diseducativo. la protagonista diventa una vera e propria bulla, e poi si ritiene colpevole solo di "omertà", non muovendo un dito per denunciare le bulle che hanno commesso dei REATI che vanno sulla FEDINA PENALE. Ciò che forse è anche peggio è che la protagonista si rende conto tutto il tempo di star commettendo un errore dopo l'altro, ma vive nel sonno della mente e continua a non fare nulla. Infatti neanche nel finale si accenna ad una punizione qualsiasi per le bulle o per la protagonista stessa (che è una completa deficiente). inaccettabile. infine, un altro problema è che l'autrice fa dei penosi tentativi di adattarsi al linguaggio dei giovani, con risultati terrificanti. in definitiva, si poteva fare di meglio.
    Hai trovato utile questo commento? SI NO   |   Segnala come inappropriato