biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

giovedì
27
agosto
martedì
1
dicembre

Trotterellando su Bibliotu- Ida Baccini -

27 agosto - 1 dicembre 2020

Notizie, curiosità e suggerimenti dal mondo di Bibliotu

Questa settimana abbiamo selezionato per voi l'opera di una scrittrice quasi dimenticata, eppur importante. Si tratta di Ida Baccini (Firenze, 1850-1911) che fu educatrice, giornalista, nonché scrittrice molto feconda nel panorama culturale del suo tempo. Donna ingegnosa, arguta e ironica, insegnò nelle scuole elementari di Firenze, diresse la rivista Cordelia e collaborò con vari periodici nazionali. Nel 1875 pubblicò il suo primo libro per bambini, Memorie di un pulcino, che ebbe un grande successo e ben presto lasciò la professione di maestra per dedicarsi a tempo pieno alla scrittura per l’infanzia, all’epoca piuttosto pedante e moralistica. A lei si deve dunque uno sguardo nuovo, intimistico e fantastico a un tempo, che influenzerà molto scrittori di poco successivi come De Amicis e Collodi. Rileggere le sue opere significa dunque ripercorrere -à rebours- una delle tappe fondamentali della storia della letteratura per l’infanzia. Si riporta, qui di seguito, un passo tratto dalla prefazione di Lezioni e racconti per bambini, Milano, Enrico Trevisini, 1882, scritto dalla stessa autrice:

Fra i libri scolastici elementari, apparsi in quest’ultimo biennio, molti sono senza dubbio quelli che si raccomandano agli educatori, sì per la bontà degli intendimenti, come per la forma snella e schiettamente italiana. Abbiamo infatti lodate operette che trattano di viaggi, di avventure fantastiche, di azienda domestica, di nozioni scientifiche; abbiamo succosi compendi di geografia, di storia patria, di aritmetica ragionata: abbiamo racconti patetici dove il sentimento si leva fin quasi alla lirica; ne abbiamo altri in cui è dimostrato una volta di più quanto sia facile e breve il passo dal ridere al deridere. Di libri però che istruendo educhino, e che nell’analisi dei sentimenti osservino quella eterna e quasi sempre dimenticata legge di gradazione, senza l’osservanza della quale cresceremo alla società non degli uomini, ma delle caricature, pare a me sia tuttora difetto grande. Tutti i nostri fanciulli, che pur cianciano eruditamente della semplicità di Cincinnato e della grandezza del primo Bruto, si danno i pizzicotti tra loro, fanno le boccacce al maestro e mettono in canzonatura la nonna. Facciamoci piccoli coi piccoli, e se non riusciremo a fabbricar degli omìni, avremo pur sempre il gusto di vederci crescer d’intorno dei ragazzi buoni e garbati. Gli Attilii Regoli, i Pichi della Mirandola e le Gaetane Agnesi, verranno a suo tempo! Con questi intendimenti mi sono ingegnata di mettere insieme il mio nuovo libriccino. È un’umile cosa: ma se la lettura di queste paginette potesse far buono un fanciullo, o se cattivo, correggerlo, a me parrebbe di avere inalzato una piramide.

Ida Baccini.

Per accedere all’opera dal portale Bibliotu sarà sufficiente entrare con le proprie credenziali in HOME>EDICOLA>MLOL>LIBRI PER BAMBINI E RAGAZZI e digitare il titolo, oppure cliccate qui. Buona lettura!

 

Fa parte di

Trotterellando su Bibliotu