biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

mercoledì

19

giugno

Rome Open Library

Rome Open Library

dal 1 febbraio 2024

Il design thinking nelle Biblioteche di Roma per l’inclusione delle/di giovani di seconda generazione

 

Il progetto Rome Open Library intende promuovere un modello di lavoro orientato al pubblico e finalizzato all’empowerment del personale delle biblioteche della periferia romana, che acquisirà competenze e strumenti per coinvolgere le/i giovani di seconda generazione nella co-progettazione e nella co-gestione di spazi, servizi e attività.

Federica Taeko Centra, project manager di MeP, è risultata vincitrice dell’Alumni Engagement Innovation Fund 2023 e realizzerà il progetto in collaborazione con l’alumna e scrittrice Igiaba Scego.

Rome Open Library prevede diversi step.
Si parte con l’identificazione e coinvolgimento di una biblioteca della città di Roma come partner pilota e la selezione di operatrici/tori che saranno coinvoltə nel supporto dell’azione.

Segue una fase di attuazione con una prima attività di esplorazione sul campo per ascoltare e comprendere le/i giovani di seconda generazione. La biblioteca, con l’aiuto delle organizzazioni locali, si occuperà della raccolta di dati qualitativi; segue una seconda fase di sviluppo di nuove competenze per le/gli operatrici/tori della biblioteca. Il personale della biblioteca parteciperà a un breve corso di formazione finalizzato a trasferire competenze in materia di design thinking, coinvolgimento del pubblico e storytelling digitale.

Successivamente verrà realizzato un ciclo di workshop tenuto da e con il personale delle biblioteche, coinvolgendo organizzazioni locali e giovani di seconda generazione che lavoreranno insieme utilizzando il design thinking per co-sviluppare un prototipo di nuove soluzioni che le biblioteche possono adottare per diventare più rilevanti sul territorio e orientate ai nuovi bisogni degli utenti.

Il personale della biblioteca, le organizzazioni locali e i giovani coinvolti, testeranno la nuova soluzione prototipata attraverso una serie di eventi aperti, con la partecipazione di un pubblico più ampio delle comunità locali.

A conclusione del percorso, saranno elaborate raccomandazioni per la scalabilità dell’azione e verrà organizzato un evento finale per la promozione delle stesse.

‘Avere uno sguardo nuovo non costa nulla; l’idea che l’innovazione sia costosa è errata! Tutto ciò che serve è guardare il mondo in modo diverso, per riuscire a vedere tutte le possibilità che già esistono.’

Il gruppo dedicato ai programmi per gli adolescenti presso la Chicago Public Library (Illinois, United States)

Scarica gratuitamente il Toolkit Design Thinking for Libraries qui.

 

Tutte le info sul SITO