biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

mercoledì
15
settembre

Il quadro di Norma

15 settembre 2021 ore 18.30

Presentazione libro

La Biblioteca Laurentina è lieta di ospitare, nell'ambito della rassegna Estate romana, la scrittrice e saggista Giuseppina Mellace per la presentazione del libro Il quadro di Norma (EdiCusano, 2020)

L'appuntamento è per Mercoledì 15 settembre dalle ore 18:30 presso gli spazi all'aperto dell'ARENA

 
L'evento si inserisce nel programma Estate alla Biblioteca Laurentina

 

Intervengono:
 

GIUSEPPINA MELLACE           autrice


MARINO MICICH                    direttore Archivio e Museo Storico di Fiume (Roma)

 
DONATELLA SCHURZEL          presidente ANVGD (Roma)
 
 
L'ingresso è libero fino a esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria nel rispetto delle norme anti Covid
Info e prenotazioni:
06 45460760 - ill.laurentina@bibliotechediroma.it
Orari di apertura della biblioteca (lunedì e venerdì 9:00 - 15.30, martedì, mercoledì e giovedì 12:00 - 19:00, sabato 9:00 - 13:00)
 
" ... Quale segreto si cela dietro il quadro di Norma? È quello che la protagonista Loredana, una giovane pittrice, cercherà di svelare con l’aiuto di una misteriosa signora che ha acquistato il suo dipinto poiché le ricordava una persona a lei tanto cara. Sarà un percorso di conoscenza e di crescita che l’artista farà con la sua nuova amica che le racconterà la tragica vicenda di Norma Cossetto, una ragazza poco più che ventenne infoibata nell’ottobre del 1943 dagli uomini di Tito con la sola colpa di essere italiana e figlia del podestà del piccolo borgo in cui viveva in Istria. Per Loredana sarà la scoperta di una pagina di storia che per troppo tempo è stata dimenticata e che ora si vuol far conoscere per mantenerne viva la memoria, senza vendette o rancori di alcun genere, ma solo per avere un panorama a trecento sessanta gradi di quei terribili giorni del ’43 quando la guerra infuriava sulla martoriata Istria e su tutto il confine orientale italiano, dove i nazifascisti, gli Alleati e l’esercito di Liberazione di Tito si disputavano quel lembo di terra ..."