biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

sabato
4
luglio
martedì
1
settembre

Gli amici ri-ascoltati: Il meraviglioso mago di Oz

4 luglio - 1 settembre 2020

Grandi classici per ragazzi da leggere o ascoltare

Questa settimana, per "Gli amici ri-ascoltati", vi proponiamo Il meraviglioso mago di Oz di Lyman Frank Baum, anche conosciuto con il titolo abbreviato Il mago di Oz.

Nel maggio del 1900 lo scrittore Lyman Frank Baum e l’illustratore e caricaturista William Wallace Denslow decidevano di autofinanziare la pubblicazione di The Wonderful Wizard of Oz, stampandola presso la George M. Hill Company di Chicago. Baum, come dichiarava nella prefazione al romanzo, intendeva riformare la struttura della fiaba e reinterpretare il ruolo che le era stato fino a quel momento affidato:è giunta l’ora – scriveva – di una serie di racconti meravigliosi più nuovi, con l’eliminazione di genietti, nani e fate stereotipati, insieme a tutti gli episodi sanguinosi e raccapriccianti inventati dagli autori per indicare in ogni storia una morale ammonitrice”. La sua narrazione aspirava, invece, “a essere un racconto moderno, in cui sono mantenute la meraviglia e la gioia, e vengono cancellati angosce ed incubi”. Questa rivoluzione del genere fiabesco veniva accompagnata dalle illustrazioni avanguardistiche di Denslow con il quale Baum aveva già collaborato per la pubblicazione di Father Goose, His Book, una raccolta di filastrocche e nonsense per bambini che aveva riscosso largo consenso di pubblico.

The Wonderful Wizard of Oz si impose sul mercato del libro con la vendita di diecimila copie in due sole settimane, un successo che incentivò Baum e Denslow a lavorare su un adattamento teatrale dell’opera. Coinvolsero il compositore Paul Tietjens e il direttore d’orchestra Julian Mitchell al fine di riscrivere la storia di Dorothy in forma di musical. Lo spettacolo, pensato per un pubblico di spettatori adulti, debuttò a Chicago nel 1902, per diventare dall’anno successivo un grande successo di Broadway, dove venne riproposto ininterrottamente fino al 1911.

Baum, interrotto bruscamente il sodalizio con Denslow, riprese ben presto a lavorare alle storie del mondo di Oz, raccontando come Dorothy, che nel primo romanzo aveva voluto tornare ad ogni costo nella sua grigia casa del Kansas, si sarebbe poi messa ripetutamente in viaggio per fare visita agli abitanti di quel lontano mondo magico, fino a decidere di non fare più ritorno a casa. Incoraggiato dal favore del pubblico lo scrittore riprenderà il filo rosso della sua storia per ben tredici volte, iniziando nel 1904 con The Marvelous Land of Oz e concludendo l’opera con Glinda of Oz, lultimo libro della serie pubblicato postumo nel 1920.

Neppure la morte di Baum arrestò le avventure del mondo di Oz. I suoi editori Reilly & Britton decisero infatti di chiedere alla scrittrice Ruth Plumly Thompson delle nuove storie, arrivando così a pubblicare tra il 1921 e il 1939 altri diciannove titoli della serie. Si trattava di racconti vivaci, appositamente pensati per un pubblico di giovani lettori in cui si avvicendavano personaggi insoliti e fantasiosi.

Non mancarono le critiche: The Wonderful Wizard of Oz venne accusato di populismo, di sospette simpatie marxiste, di favorire l’emancipazione femminile, dando spazio a un’eroina capace di autogovernarsi. Fu così che il libro finì per essere censurato da alcune biblioteche americane. Eppure le storie del magico mondo di Oz sono state capaci di resistere agli attacchi e di infondere, come era intenzione del suo autore, nuova linfa al genere fiabesco “questo si deve, forse, all’ingegnoso stile narrativo – scrive Jack Zipes – che illumina una via d’uscita dal grigio mondo di tutti i giorni e risveglia le nostre energie creative suggerendo che possiamo diventare ciò che vogliamo senza scendere a compromessi e rinunciare ai nostri sogni”.

 

Illustrazione di William Wallace Denslow.

 

Come utenti di Biblioteche di Roma, potete leggere o rileggere le storie del libro Il meraviglioso mago di Oz di Lyman Frank Baum nell’e-book italiano oppure nell’e-book inglese.

È possibile ascoltare l’audiolibro in italiano qui e in inglese accedendo alla piattaforma MLOL.

 

Le storie scritte da Ruth Plumly Thompson sono ascoltabili negli audiolibro in lingua inglese su MLOL.

In via eccezionale, per la durata dell’emergenza, gli e-book e gli audiolibri on-line possono essere presi in prestito gratuitamente da tutti gli iscritti a Biblioteche di Roma.

Fa parte di

Gli amici ri-ascoltati