biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

Gli amici ri-ascoltati: Cuore

dal 25 aprile 2020

Grandi classici per ragazzi da leggere o ascoltare

Questa settimana, per "Gli amici ri-ascoltati" vi proponiamo Cuore di Edmondo De Amicis.

Cuore libro per ragazzi, commissionato dall’editore Treves nel 1879, venne dato alle stampe nel 1886. Edmondo De Amicis decise di dare voce alle vicende di un interno anno scolastico (1881-82), narrato dal primo all’ultimo giorno di scuola e lo fece articolando la narrazione su tre livelli. Grazie al diario di Enrico Bottini, giovane allievo di una scuola elementare torinese, ci si immergeva tra i banchi di scuola con il suo punto di vista bambino; mentre le lettere che i familiari, specialmente il padre, scrivevano a Enrico consentivano all’autore di rileggere gli avvenimenti con “voce adulta”, per guidare, consigliare, educare. A queste due voci si aggiungevano i racconti che il maestro Perboni, di mese in mese, dettava ai suoi scolari per narrare loro le avventure esemplari di tanti giovani bambini e ragazzi italiani. Il successo editoriale, economico e di pubblico di questo libro, pensato e scritto per gli studenti delle scuole elementari, fu immediato sia in Italia che all’estero.

Ancora oggi, nonostante gli anni trascorsi, Cuore continua a far parlare di sé. Antonio Faeti nel libro Gli amici ritrovati ricorda con amarezza quanto il libro sia stato deriso, offeso, sbeffeggiato, canzonato, riconosce invece a questo classico della lettura il merito di aver decritto la scuola “dal di dentro”. Nella scuola di De Amicis ci sono bambini di tutte le condizioni sociali in una Italia che doveva con urgenza affrontare l’analfabetismo diffuso. Dentro quest’aula un gruppo di ragazzi comincia a conoscere com’è fatta davvero la vita: scopre gli incidenti di lavoro, le malattie, le invalidità, la miseria. Ma sente anche di poter migliorare, di potersi trasformare, di andare avanti”. Altro merito che Faeti riconosce al libro Cuore è quello di rendere omaggio all’Italia, che per diventare una nazione libera aveva dovuto affrontareguerre, rivolte armate, fucilazioni, torture, martiri” e c’erano volutitanti uomini e donne che avevano lottato solo per le loro idee”. Non bisognava dimenticarlo, piuttosto bisognava cercare di trasformare la raggiunta unità amministrativa in unità politica e sociale. In questa nuova Italia non doveva essere trascurato nessuno “poveri, malati, sofferenti, esclusi”e per raggiungere una reale integrazione sociale la scuola sarebbe dovuta essere un imprescindibile punto di partenza.

E’ del 1911 il primo film dedicato ad uno dei racconti del libro, Il tamburino sardo diretto da Umberto Paradisi. Negli anni si sono susseguiti film, serie televisive, serie d’animazione, fino ad arrivare ai nostri giorni con l’ultima miniserie diretta da Maurizio Zaccaro nel 2001.

Come utenti di Biblioteche di Roma, potete ascoltare on-line la lettura di Cuore (qui), oppure leggerne la storia in e-book (qui) e sulla piattaforma MLOL qui.

Lo sceneggiato televisivo del 1984 diretto da Luigi Comencini è visibile attraverso MLOL.

E’ possibile ascoltare l’audiolibro del libro “Cuore” in lingua inglese su MLOL.

Per una breve nota biografica su Edmondo De Amicis vedi Liber Liber.

In via eccezionale, per la durata dell’emergenza, gli e-book e gli audiolibri on-line possono essere presi in prestito gratuitamente da tutti gli iscritti a Biblioteche di Roma.

Fa parte di

Gli amici ri-ascoltati

Altri appuntamenti