biblioteche, roma, libri, cd, dvd, prestito, consultazione, autori, editori, scuole, lettura, multicutura, multietnica, internet, wifi, biblioteche roma, biblioteche comune di roma

Menu

sabato
30
novembre

Dego, Nordio, Bacchetti alla IUC: Un inedito trio di due violini e pianoforte.

30 novembre 2013

Sabato 30 novembre alle 17.30 nell'Aula Magna della Sapienza

Apre il concerto il pianista genovese Andrea Bacchetti, che interpreta la Suite francese n. 5 e la Toccata in mi minore del suo compositore prediletto, Johann Sebastian Bach. Ospite abituale dell'Aula Magna e beniamino del pubblico della IUC, Bacchetti si è acquistato un'ampia notorietà anche con le sue ironiche partecipazioni di alcuni anni fa alle trasmissioni di Chiambretti, ma è in realtà un serissimo musicista, profondo conoscitore di Bach ("Il brillante pianista italiano dimostra che nemmeno la più piccola opera di Bach per il pianoforte può essere considerata minore", BBC Musica Magazine) e eccellente interprete del romanticismo ("Un Mendelsshon straordinario", Scherzo). La sua discografia spazia da Bach a Berio con etichette importanti quali Decca e Rca.
Bacchetti poi esce momentaneamente di scena per dare spazio ai due violinisti, Francesca Dego e Domenico Nordio. La Dego ha fatto il suo debutto a Roma proprio all'Aula Magna, nel 2009, appena ventenne, e in questi quattro anni è diventata una dei violinisti più affermati in campo internazionale: basti dire che la Deutsche Grammophon, la più prestigiosa etichetta classica, le ha affidato prima l'incisione dei 24 Capricci di Paganini, verice del virtuosismo violinistico di tutti i tempi, e poi l'integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven, un grande onore e una grande responsabilità per una violinista appena ventiquattrenne. Nordio è presente in tutte le principali stagioni italiane e la sua attività lo porta spesso anche in lunghi tour internazionali, da Vienna a Tokyo, da Mosca a New York. Dal 2005 incide per Decca.
Dego e Nordio propongono alcune musiche per due violini: la Sonata op. 3 n. 5 di Jean-Marie Leclair, il miglior compositore francese di musica per violino del Settecento, la Sonata op. 56, capolavoro di Sergey Prokof'ev, e la celebre Passacaglia del grande Georg Friedrich Haendel in una trascrizione del norvegese Johan Halvorsen.
In conclusione Bacchetti, Dego e Nordio si uniscono per suonare due composizioni per due violini e pianoforte, che proprio a causa dell'insolito organico richiesto, sono di rarissima esecuzione: Cinque Pezzi per due violini e pianoforte di Dmitri Šostakoviĉ e la Serenata op. 92 di Christian Sinding, il più noto compositore norvegese dopo Grieg, di cui è considerato il successore.


Grazie alla convenzione con l’Istituzione Universitaria dei concerti, i possessori di carta Bibliocard, dietro presentazione della stessa, potranno usufruire  di una riduzione di circa il 20% per i concerti della stagione 2013-14.



INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO: Istituzione Universitaria dei Concerti 06 3610051-2    www.concertiiuc.it     botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it