BiblioTu il catalogo online delle Biblioteche di Roma, richiesta prestiti, libri, ebook, video, wifi. Novità, letture, eventi in biblioteca.

Eventi Bibliocard

Manuel Barrueco, il principe dei chitarristi, torna a Roma per concerto della IUC
dal 28 gennaio 2020
Barrueco è considerato uno dei più grandi virtuosi della chitarra di oggi in ambito classico, forse il più grande. "Un musicista superiore" (New York Times), "magico" (Los Angeles Times), "un musicista raffinato, un aristocratico della chitarra" (Dallas Times) sono alcune definizioni coniate per lui dalla stampa internazionale.
Torna a Roma con un concerto che spazia da Vivaldi a Piazzolla. Con lui il bandoneista Cesare Chiacchieretta e I Solisti Aquilani,
 
Questa volta presenta un programma in cui le sue qualità avranno modo di brillare in piena luce: prima il Concerto in re minore di Antonio Vivaldi, poi il Concerto per bandoneon, chitarra e orchestra di Astor Piazzolla, con Cesare Chiacchiaretta al bandoneon, che è stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali ed ha tenuto concerti per le più prestigiose società concertistiche in Italia e all’estero (Francia, Russia, Ungheria, Austria, Slovenia, Svizzera, Germania, Messico, Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Olanda, Spagna…) con grandi direttori come Riccardo Muti.

La parte orchestrale è sostenuta da I Solisti Aquilani, un’orchestra da camera che suona senza direttore e da oltre cinquant’anni gira con successo il mondo intero, collaborando con artisti del calibro di Mischa Maisky, Vladimir Ashkenazy, Severino Gazzelloni, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Mario Brunello, Ramin Bahrami, Dee Dee Bridgewater, Danilo Rea, Fabrizio Bosso e moltissimi altri.
 
 
I possessori di carta Bibliocard in corso beneficiano di una riduzione del 20% sul biglietto intero per tutti i concerti IUC con sede in Aula Magna. Le riduzioni saranno valide fino ad esaurimento posti disponibili. All'ingresso della sala è obbligatorio avere con sè un documento d'identità e la Bibliocard.
della materia spirituale dell’arte:esposizione dei lavori di 19 artisti del panorama internazionale
17 ottobre 2019 - 8 marzo 2020
Che cosa significa, oggi, parlare di spirituale? Quale è lo spazio della spiritualità in un mondo dominato da una cultura digitale e tecnologica e da una mentalità ultra deterministica? Esiste ancora un’esigenza spirituale alla base delle istanze dell’arte? Per riflettere su questi e altri interrogativi il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo riunisce alcuni tra i più importanti protagonisti della scena artistica dei nostri tempi nella grande collettiva della materia spirituale dell’arte.
 
della materia spirituale dell’arte è un progetto che indaga il tema dello spirituale attraverso lo sguardo dell’arte contemporanea e, al contempo, della storia arcaica di Roma. In un allestimento che offre possibilità multiple di percorso sono esposti i lavori di diciannove artisti, nomi di spicco del panorama internazionale, provenienti da culture e con background differenti. Le opere di John Armleder, Matilde Cassani, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Elisabetta Di Maggio, Jimmie Durham, Haris Epaminonda, Hassan Khan, Kimsooja, Abdoulaye Konaté, Victor Man, Shirin Neshat, Yoko Ono, Michal Rovner, Remo Salvadori, Tomás Saraceno, Sean Scully, Jeremy Shaw e Namsal Siedlecki, realizzate per la maggior parte nell’ultimo biennio e ripensate appositamente per gli spazi del MAXXI, sono esposte a fianco di diciassette straordinari reperti archeologici etruschi, romani e di produzione laziale, provenienti da quattro tra i principali musei della città: Musei Vaticani, Museo Nazionale Romano, Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e Musei Capitolini. I reperti risalgono a un periodo compreso tra l’VIII sec a.C. e la fine del IV sec d.C., ovvero dalle origini di Roma sino al momento in cui il Cristianesimo diventa religione di Stato, e sono quindi rappresentativi del percorso che conduce dal mondo arcaico a quello premoderno, dalla dimensione collettiva del  sacro in era pagana all’affermarsi di una dimensione più individuale dello spirituale in età post classica
 
Biglietto ridotto Bibliocard 
 

con prestiti da: Musei Vaticani | Museo Nazionale Romano | Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia | Musei Capitolini