BiblioTu il catalogo online delle Biblioteche di Roma, richiesta prestiti, libri, ebook, video, wifi. Novità, letture, eventi in biblioteca.

Eventi Bibliocard

Raffaele de Vico (1881-1969). Architetto e paesaggista in mostra con 100 opere
16 maggio - 30 settembre 2018
Presentate quasi 100 opere fra disegni, progetti, fotografie e documenti, di cui alcuni mai esposti prima e/o non esposti da lungo tempo, provenienti dalle collezioni capitoline.
 
Vengono illustrati molti dei giardini romani dei quali Raffaele de Vico andava curando la sistemazione durante gli anni del Governatorato, attestando l’evoluzione del verde a Roma tra gli anni Venti e Trenta del Novecento. L’esposizione presenta una selezione di questi dipinti a olio su tavola conservati nelle raccolte del Museo di Roma che vennero acquistati nel 1936 dallo stesso Governatorato.

La mostra si muove seguendo un tracciato storicizzato, con il preciso obiettivo di immergere le opere e i progetti di de Vico nel contesto di trasformazione - anche sociale - della città nella prima metà del Novecento, facendo emergere in primo piano alcuni suoi luoghi ancora presenti nell’attuale paesaggio urbano.


Con l’operatività e la creatività progettuale di de Vico vengono anche documentate le trasformazioni naturalistiche della città. Da Villa Borghese (per un ventennio a partire dal 1915) al Parco della Rimembranza a Villa Glori (1923-1924), dai progetti per i parchi Flaminio (1924), del Colle Oppio (1926-1927), Testaccio (1931) a quelli di Ostia Antica (1929-1930), di Santa Sabina sull’Aventino (1931), di Castel Fusano (1932-1937) e Cestio (1938). Così come per i giardini di Villa Caffarelli (1925), Villa Fiorelli (1930-1931) e Villa Paganini (1934) e per il Parco degli Scipioni (1929) e per quello Nemorense (1930); o il particolare progetto per i giardini dell’allora via dell’Impero e di via Alessandrina (1933), da affiancare alle esedre arboree realizzate per la sistemazione di piazza Venezia (1931) oltre al raffinato “giardino-fontana” di Piazza Mazzini (1925-1926), fino ad arrivare al grandioso progetto del parco “dantesco” del Monte Malo (Monte Mario, 1951) e a quelli per i giardini dell’EUR (1955-1961). E ancora: i progetti per il teatro all’aperto a Villa Celimontana (1926) e per l’ampliamento del Giardino Zoologico (1928) e i lavori di riorganizzazione del vivaio e delle serre di San Sisto Vecchio (1926-1927).
In prima mondiale a Caracalla il balletto Romeo e Giulietta
27 luglio - 4 agosto 2018
Il ritorno del balletto sul palco delle Terme di Caracalla è sancito dalla prima mondiale del 27 luglio di Romeo e Giulietta di Prokof’ev, nuova creazione di Giuliano Peparini che firma regia e coreografia e che torna a confrontarsi con il classico di Shakespeare. La tragedia “Giulietta e Romeo” è una delle opere più popolari di Shakespeare e Romeo e Giulietta è fra le opere di Sergej Prokof’ev più amate, a dispetto dei suoi difficili esordi come composizione per balletto visto che la partitura era considerata incomprensibile e alcuni passi estremamente difficili.

Romeo e Giulietta è una delle composizioni più famose di Prokofiev; ancora oggi, è il balletto più rappresentato in tutto il mondo, confermando il suo valore sotto il profilo musicale e drammaturgico. Il dramma di Romeo e Giulietta è l’archetipo dell’amore puro in contrasto con la società e con il mondo. Morte, amore e guerra, sono evocati in uno scenario emotivamente shakespeariano.

Le sue musiche, dai toni costantemente mutevoli e dalla poderosa energia, tratteggiano con concreta espressività situazioni e personaggi, in particolar modo i due sfortunati amanti.

Il maestro russo segue fedelmente il dramma di Shakespeare e l’esecuzione mette in risalto i diversi momenti, catturando visivamente ed emotivamente lo spettatore; sfumature poetiche e liriche sono evidenziate negli assoli e nei passi a due dei protagonisti.

Musica di Sergej Prokof’ev 

Balletto in due atti
Direttore David Levi
Regia e coreografia Giuliano Peparini
 ai titolari Bibliocard delle Biblioteche di Roma, il Teatro dell’Opera offre l’opportunità di assistere alla recita di venerdì 27 luglio ore 21.00 ad un prezzo davvero vantaggioso!*
* Non è possibile effettuare spostamenti di date.
BALLETTO
Poltronissima € 60 (anziché € 80)
Settore A € 45 (anziché € 60)
Settore B € 30 (anziché € 40)
Settore C € 22 (anziché € 30)

Per informazioni e prenotazioni è necessario inviare una mail a promozione.pubblico@operaroma.it specificando di essere titolari Bibliocard Biblioteche di Roma e di voler usufruire della presente promozione.
Ufficio Promozione Pubblico - Direttore Nunzia Nigro
Tel.: 06/48160312-533-528 - E-mail: promozione.pubblico@operaroma.it