BiblioTu il catalogo online delle Biblioteche di Roma, richiesta prestiti, libri, ebook, video, wifi. Novità, letture, eventi in biblioteca.

Letterature. I diritti e le sfide: il programma dal 21 al 25 maggio

21 - 25 maggio 2018
Incontri nelle biblioteche Centrale Ragazzi, Villa leopardi, Raffaello, Ennio Flaiano, Penazzato, Cornelia, Villino Corsini, Goffredo Mameli,Pier Paolo Pasolini, Casa delle Traduzioni
 

21 maggio ore 17

Biblioteca Centrale Ragazzi

Costituzione italiana, articolo 31

“La Repubblica […] protegge la maternità e l'infanzia e la gioventù”

Lettura ad alta voce dell’albo illustrato di Arianna Papini, Non insegnate ai bambini, di Giorgio Gaber e Sandro Luporini

Bambini e genitori

  

21 maggio ore 17

Casa delle Letterature

Alessandra  Quattrocchi, La strategia del silenzio. Le ultime eroine di Jane Austen  (Iacobelli, 2018)

Con Giuseppe Ierolli e Lidia Ravera

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

21 maggio ore 18

Biblioteca Villa Leopardi

Finalista Premio Strega. In collaborazione con la Fondazione Bellonci

Lia Levi

Questa sera è già domani (Edizioni e/o)

Con Furio Colombo

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

  

21 maggio ore 18

Biblioteca Raffaello

Costituzione italiana, articolo 9

“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica”

Cittadinanza attiva per la cultura, la ricerca, il paesaggio, il patrimonio storico e artistico

Con il gruppo di ricerca del “Progetto articolo 9 della Costituzione”

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

22 maggio ore 18

Casa delle Letterature

Francesca D’aloja, Cuore, sopporta (Mondadori, 2018)

Con Nadia Terranova. Letture di Edoardo Albinati

 

22 maggio ore 18

Biblioteca Ennio Flaiano

Finalista Premio Strega. In collaborazione con la Fondazione Bellonci

Andrea Pomella

Anni luce (add editore, 2018)

Con Tommaso Giagni

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

22 maggio ore 18

Biblioteca Dino Penazzato

Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, articolo 13

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato”

Costituzione italiana, articolo 16

“Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi”

Eraldo Affinati, Tutti i nomi del mondo (Mondadori, 2018)

Con l’autore e Paolo Conti

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

  

23 maggio ore 18

Biblioteca Cornelia

Finalista Premio Strega. In collaborazione con la Fondazione Bellonci 

Angela Nanetti

Con Saverio Simonelli

Il figlio prediletto (Neri Pozza, 2018)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

23 maggio ore 18

Biblioteca Villino Corsini

Fake news. La sfida della credibilità

Con Giuseppe Federico Mennella. In collaborazione con Ossigeno

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

23 maggio ore 10

Biblioteca Goffredo Mameli

Costituzione italiana, articolo 1

“L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro

Intitolazione della sala della biblioteca ad Antonio Atzori  

In collaborazione con il Municipio V e con il Centro documentazione Maria Baccante Archivio storico Viscosa.

Scuole

 

23 maggio ore 18

Biblioteca Goffredo Mameli

Costituzione italiana, articolo 1

“L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro

Con Sandro Portelli.  Sara Modigliani e il Coro  Bosio TeatroMusica eseguiranno canti resistenti e antifascisti. In collaborazione con Centro documentazione Maria Baccante Archivio storico Viscosa.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

24 maggio ore 18

Biblioteca Pier Paolo Pasolini

Costituzione italiana, articolo 32

“Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”

Proibito morire?

Filomena Gallo e Marco Perduca, Proibisco ergo sum (Fandango libri, 2018)

Con l’autrice e  Paolo Izzo, autore di Lettere Eretiche (Stampa Alternativa)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

24 maggio ore 18

Casa delle Letterature

Rossella Milone, Cattiva (Einaudi, 2018)

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

25 maggio ore 16.30

Casa delle Letterature

Seminario Viaggio della psicoanalisi nell’arte

Turner e la poetica come funzione trasformativa della mente

a cura di Marcella Fazzi e Tommaso Poliseno

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

  

25 maggio ore 18

Casa delle Traduzioni

Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, articolo 13

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato”

Costituzione italiana, articolo 16

“Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi”

«Qui sarai libero di pensare, sognare, lavorare»

Con Flavia Cristiano, Tiziana Colusso e Bruno Berni

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

Tanti auguri Sessantotto!

L'anno più rivoluzionario del nostro recente passato

BiblioTu per i Bambini

Per i piccoli fino a 6 anni e bambini fino a 10 anni
In biblioteca troverai uno spazio con un tappeto morbido, seggioline e tanti libri colorati da guardare o da ascoltare durante le letture ad alta voce.
Iscrivere i bimbi alle Biblioteche di Roma fin da piccolissimi così potranno scegliere tra primi libri, storie illustrate, filastrocche, poesie, favole. Partecipare alle attività organizzate dalle biblioteche e incontrarsi con altri bambini.

BiblioTu per i Ragazzi

Per i ragazzi da 11 a 14 anni
Entra in una delle Biblioteche di Roma, troverai i tuoi libri preferiti, potrai farti consigliare dai bibliotecari.
Partecipa alle attività fatte apposta per te: a tua disposizione tanti corsi, laboratori, incontri e letture. Vieni in biblioteca insieme ai tuoi genitori, insegnanti, nonni e amici. In biblioteca puoi studiare e fare i compiti,connetterti a internet tramite Wi-Fi per navigare e fare le tue ricerche.

Community dei lettori

Vai ai commenti dei lettori

Sangue giusto
Melandri, Francesca
21/05/2018
In un afoso pomeriggio romano, con la città alle prese con la visita di Gheddafi in Italia, Ilaria scopre di avere un nipote eritreo: Shimeta Ietmgeta Attilaprofeti. Il padre di questo nipote è il figlio che suo padre ebbe con una donna etiope durante l'occupazione italiana, il suo fratellastro dunque, suo e dei fratelli di lei che Attilio Profeti - così si chiama suo padre - di famiglie ne ha avute più di due, almeno tre. Ilaria scopre così di suo padre alcuni dettagli che la inquietano, sapeva già che suo padre non era uno specchio di trasparenza ma ora le si prospetta un padre convinto fascista, forse un criminale, a cui però non può chiedere conto di nulla: è molto anziano ed è affetto da demenza senile, non può quindi raccontarle niente né tantomeno giustificarsi. Alternando il presente di Ilaria e il passato di suo padre Francesca Melandri ambienta la sua storia in una delle pagine più vergognose della nostra storia, quella coloniale che ai tempi del ventennio era già una realtà consolidata e che con il ventennio raggiunse vette di ferocia e crudeltà mai viste. Traccia così un parallelo tra le migrazioni provenienti dal corno d'Africa, la Libia di Gheddafi e l'ipocrisia dell'Italia e dell'Europa. Francesca Melandri scrive con intelligenza ben documentata ma qualcosa lascia perplessi in questo lungo romanzo. Una ironia a volte poco riuscita, una certa compiacenza nel descrivere gli abusi e gli orrori fascisti a cui non corrisponde però una presa di coscienza da parte dei protagonisti. Attilio Profeti si protegge prima con l'indifferenza e l'egoismo e poi con la senilità dal suo passato poco trasparente. La figlia Ilaria sembra rassegnarsi un po' troppo facilmente alla impossibilità di conoscere davvero la storia di suo padre. Certo potrebbe essere voluto, Attilio Profeti in fondo sembra incarnare il perfetto italiano, che non è certo santo, poeta o navigatore... ma corrotto, corruttore, intrallazzatore e indifferente a tutto ciò che non lo tocca direttamente. Ed è quello che succede in questo romanzo, si forma una voragine che potrebbe inghiottire qualunque cosa ma ben presto si trasforma in una buca scavata nella sabbia, appena aperta e subito riempita dalla risacca.

Scarica l'APP delle Biblioteche

Con BiblioTu le tue biblioteche sono sempre con te (a casa, per strada, in ufficio, …), aperte h24, propositive e coinvolgenti.
Il tutto comodamente dal tuo smartphone.

Installa BiblioTu sul tuo smartphone e prova la lettura degli ebook …. è semplice!